Due poliziotti aggrediti a Cecina, Livorno. Già libero il responsabile, processato per direttissima e soggetto a obbligo di firma in commissariato.

A poche ore dalla tragedia di Trieste, altri due poliziotti sono stati aggrediti a Cecina. Un cittadino russo sotto effetto di alcol e droghe si è scagliato contro gli agenti colpendoli con una raffica di calci e pugni.

Cecina, due poliziotti aggrediti da un russo sotto effetto di alcol e droghe

Il segretario generale del sindacato autonomo di Polizia ha diramato una nota per informare dell’aggressione avvenuta a Cecina, Livorno, ai danni due poliziotti delle volanti. Gli agenti sono stati colpiti a calci e pugni da un russo sotto effetto di alcol e droghe. Uno dei due poliziotti, una donna, si trova in ospedale dopo un’ischemia.

“Due colleghi delle volanti, un uomo e una donna, sono stati aggrediti da un cittadino russo sotto effetto di alcol e droghe e sono finiti in ospedale. La collega ha avuto un’ischemia a causa dei calci ricevuti al petto. E’ successo ieri sera a Cecina (Livorno) e avrebbe potuto avere conseguenze devastanti come avvenuto a Trieste […]. La collega è ora ricoverata e sotto monitoraggio a seguito dell’ischemia”.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Polizia di Stato
fonte foto https://www.facebook.com/poliziadistato.it/

Libero il responsabile: dovrà recarsi in commissariato per rispettare obbligo di firma

Paoloni ha poi informato che il soggetto, processato per direttissima, è stato scarcerato poche ore dopo il fermo. Il russo dovrà rispettare l’obbligo di firma in commissariato. I sindacati della polizia hanno espresso preoccupazione per i rischi per gli agenti che lavorano per il mantenimento della sicurezza.


Paura sul volo Bari-Londra, atterraggio d’emergenza a Basilea per fumo in cabina

Sparatoria a Trieste, l’enigma delle fondine. Il killer non risponde