Processo fatture false, i genitori di Renzi condannati a un anno e nove mesi di reclusione. Due anni per l’imprenditore Dagostino.

FIRENZE – Processo fatture false, condanna a un anno e nove mesi di reclusione per i genitori di Matteo Renzi. Condannato a due anni l’imprenditore Dagostino.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Fatture false, condannati i genitori di Matteo Renzi

Fabio Gugliotta, giudice di Firenze, ha accolto la richiesta del pm condannando Tiziano Renzi e Laura Bovoli a un anno e nove mesi di reclusione. Anche per Dagostino è stata accolta la richiesta del pm, che aveva chiesto una condanna a due anni di reclusione.

Per Tiziano Renzi e Laura Bovoli, condannati anche al pagamento delle spese processuali, il dispositivo li condanna con la continuazione e a pena sospesa.

giustizia aula tribunali
giustizia aula tribunali

Processo fatture false

Il processo delle fatture è iniziato nei mesi scorsi e l’8 luglio 2019 i genitori di Matteo Renzi hanno rinunciato a essere esaminati. Tiziano aveva presentato una memoria difensiva spiegando di essere estraneo ai fatti.

Non capisco bene come in uno stato in cui la libertà di impresa è sacra e tutelata dalla costituzione ci sia la possibilità di giudicare il quantum di lavoro frutto dell’ingegno e di un’esperienza trentennale. Se Eventi 6 avesse chiesto una retribuzione diversa, basata su una percentuale delle vendite, avrebbe potuto presumibilmente ottenere molto di più“.

Dichiarazioni confermate anche dal suo legale, Federico Bagattini: “Se avesse ritenuto quelle fatture troppo alte per il lavoro svolto non avrebbe dovuto pagarle“.

Il secondo grado

Il 16 dicembre 2021 è iniziato il processo di secondo grado nei confronti di Tiziano Renzi e la moglie. In Aula non era presente il padre dell’ex premier perché ricoverato in ospedale qualche ora prima.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 16-12-2021


Milano, infermiere in vacanza salva ragazzo sul tram: ‘Ho fatto il mio dovere’

Tragedia in montagna, morto il fratello di Deborah Compagnoni