Processo firme false M5s, dodici le condanne a Palermo

Processo firme false M5s, dodici condanne a Palermo

Processo firme false M5s, dodici le condanne a Palermo e due gli assolti. Un anno e dieci mesi a tre ex deputati nazionali.

PALERMO – Si è concluso il processo di primo grado sulle firme false del M5s per partecipare alle elezioni. Il giudice monocratico ha deciso per dodici condanne e due assoluzioni. Tra le persone giudicate colpevoli anche gli ex deputati nazionali Riccardo Nuti, Giulia di Vita e Claudia Mannino che dovranno scontare un anno e dieci mesi.

I reati contestati riguardavano la violazione del testo unico regionale che regola le competizioni elettorale con l’articolo 90 che prevede il reato dell’alterazione delle liste.

La vicenda

La vicenda risale al 2012 quando in piena campagna elettorale il MoVimento è stato costretto a ricopiare migliaia di firme per un errore banale sul luogo di nascita. Un lavoro fatto per non rischiare di non presentare la lista.

Il tutto con l’aiuto del cancelliere che avrebbe dichiarato falsamente che le firme erano avvenute sotto la sua presenza. Una vicenda avvenuta su input di Riccardo Nuti, all’epoca candidato sindaco. Attesa per le motivazioni ma i tempi sono ristretti con la prescrizione che continua ad essere dietro l’angolo.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

Ricorso in secondo grado per i condannati?

In questa vicenda giudiziaria la prescrizione sembra essere dietro l’angolo. I tempi, infatti, sono andati molto per le lunghe con il giudice che è stato costretto a esprimersi nei primi giorni del 2020 per non far cadere in prescrizione il processo.

Un rischio che esiste anche per il secondo grado con la decisione che è attesa entro i prossimi 30 giorni. Si tratta di una corsa contro il tempo visto che ormai siamo agli sgoccioli di una vicenda iniziata nel 2012 con la prima sentenza avvenuta ben otto anni dopo. Una vicenda che ha confermato i problemi della giustizia italiana e soprattutto dei tempi molto lunghi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/francesco.nicastro

ultimo aggiornamento: 10-01-2020

X