Marco Carta a processo, cantante assente in Aula: il punto

Marco Carta a processo, l’avvocato: “Questa vicenda gli ha procurato molti problemi”

Marco Carta a processo per il furto delle magliette alla Rinascente. L’avvocato del cantante: “La vicenda gli ha procurato molti problemi”.

MILANO – Marco Carta a processo per il furto delle magliette alla Rinascente. Il cantante ha chiesto il rito abbreviato condizionato all’acquisizione dei filmati delle telecamere. La difesa, inoltre, è convinta che le nuove testimonianze raccolte dalla sua amica confermano l’estraneità dell’artista che si trova sul banco degli imputati vicino ad una sua amica.

Il cantante non si è presentato in Aula. L’assenza è stata giustificata dai suoi legali poco prima di entrare in Tribunale: “Non è venuto – hanno riferito citati dall’ANSA perché questa vicenda gli ha causato molti problemi. Per lui è stato un incubo, uno tsunami, come per tutti quelli che vengono coinvolti in vicende giudiziarie“.

Marco Carta a processo, i legali: “Siamo fiduciosi”

I legali di Marco Carta si sono detti “fiduciosi perché da quei video si vede l’innocenza del nostro assistito. Era molto agitato perché non ha mai visto un’aula di un tribunale in vita sua anche se è sicuro della sua innocenza. Ha fretta, sta male e si sente mortificato “.

I giudici dovrebbero entro poco tempo esprimere una sentenza. Gli avvocati del cantante sperano in una assoluzione ma non è da escludere una pena sospesa.

Marco Carta
Marco Carta (fonte foto: https://www.facebook.com/marcocartaofficialpage)

L’amica chiede la messa alla prova

Sul banco degli imputati anche Fabiana Muscas, amica di Marco Carta. La 53enne ha chiesto la messa alla prova, cioè lavori di pubblica utilità in un’associazione che si occupa di donne vittime della tratta della prostituzione a Cagliari.

Il giudice si è preso qualche settimana per decidere. Il procedimento, infatti, è stato rinviato al 17 dicembre quando il Tribunale si pronuncerà sulla donna e sulla richiesta effettuata. La messa alla prova dovrebbe durare 52 settimane. Una decisione che potrebbe significare una ammissione di colpa.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/marcocartaofficialpage

ultimo aggiornamento: 20-09-2019

X