La svolta nelle indagini della ciclista texana uccisa a colpi di pistola: si tratta di un delitto passionale.

Moriah Wilson, ciclista di 25 anni, sarebbe stata uccisa da una donna, Marie Armstrong. Il fatto è accaduto lo scorso mercoledì 11 maggio. Il movente sarebbe la gelosia da parte di Marie nei confronti della giovane ciclista, fidanzata con un uomo di 35 anni, che lui ciclista. I genitori di Moriah Wilson: “Non ci sono parole per descrivere il nostro dolore”.

Si tratterebbe di un triangolo passionale, in cui la giovane 25enne Moria Wilson di origini texane ha perso la vita. La principale indiziata del caso è Anna Moriah, che avrebbe ucciso la giovane con un paio di colpi di pistola. Quest’ultima era gelosa della relazione di Moriah con il suo fidanzato, l’atleta professionista Colin Strickland.

Ambulanza
Ambulanza

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le dinamiche dell’omicidio

Al momento dell’omicidio, Moriah si trovava negli Stati Uniti, più precisamente ad Austin in Texas. Doveva partecipare ad una gara ciclistica. Dalle intercettazioni dei messaggi sono risultate parecchie conversazioni tra la vittima e la sua assassina. In preda alla gelosia, Marie Armstrong avrebbe preso una pistola e sarebbe andata a compiere l’atto.

Il delitto passionale sarebbe stato confermato anche dall’atleta Colin, che avrebbe confessato alle forze dell’ordine di aver cenato con la vittima la sera prima del suo omicidio, per poi averla riportata a casa di un amico dove era ospite.

L’allarme del suo omicidio è arrivato verso le dieci di sera, dopo una telefonata che segnalava l’accaduto e il segnalamento di una persona. Le forze dell’ordine locali si sono subito recate nell’abitazione dove Anna Moriah era ospite. Una volta dentro, hanno trovato l’amico di Wilson praticare alla vittima un massaggio cardiaco per rianimarla.

Non c’è stato niente da fare per la giovane atleta che, coperta di sangue, è deceduta poco dopo l’arrivo della polizia. Le dinamiche del delitto facevano pensare ad un raptus, un gesto non premeditato. Secondo l’esame balistico l’arma utilizzata per uccidere la donna sarebbe stata una pistola. L’arma in questione sarebbe stata regalata dal corridore a Marie Armstrong, con cui aveva una relazione di tre anni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Verona, investe una donna e fugge: fermato

Pilota colto da infarto riesce a far atterrare l’aereo e poi muore