In attesa della nuova legge di Bilancio: quali saranno i bonus che scadranno a fine anno e quali avranno vita nel 2023?

In attesa dell’ufficializzazione della nuova legge di Bilancio, si prevedono modifiche sui bonus in scadenza e su quelli che potranno essere prorogati. A deciderlo sarà il nuovo esecutivo, che anticipa già la scadenza di alcuni degli incentivi a fine dicembre 2022, mentre altre agevolazioni vedranno un prolungamento anche per il prossimo anno.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Sta per terminare il 2022 e con esso anche alcuni dei bonus che erano già stati prorogati. Il nuovo governo Meloni dovrà varare a breve la nuova legge di Bilancio, con cui ci saranno dei ritocchi sulle agevolazioni a cui si dovrebbe porre fine tra qualche mese. Oltre agli incentivi sulle tv e sui trasporti, si parla anche di cambiamenti per quanto riguarda le agevolazioni sulle case.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Bonus in scadenza

Il Superbonus, per gli edifici unifamiliari scadrà il 31 dicembre 2022. Vi si può accedere in misura del 110% per coloro che hanno terminato il 30% dei lavori entro il 30 settembre 2022. L’incentivo potrebbe presto lasciare spazio ad aliquote di detrazione ridotte (del 40-50%), anche se doveva essere tagliato al 70% nel 2024, per poi scendere al 65% nel 2025.

D’altra parte c’è l’ipotesi della diversificazione del bonus in base al reddito: sarebbe più alto in caso di prima casa, mentre sarebbe più basso per la seconda abitazione. Il bonus facciate, cioè la detrazione fiscale del 60% delle spese sostenute per interventi di manutenzione e restauro esterno degli edifici, invece è in scadenza il 31 dicembre 2022.

In scadenza entro fine anno anche il bonus tv e decoder, l’agevolazione per l’acquisto di tv e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi. I giovani che vorranno acquistare la prima casa potranno usufruire del bonus casa under 36 fino a fine dicembre, se in possesso di un Isee fino a 40mila euro.

In scadenzaanche i bonus per le mamme con figli a carico, per pagare le rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati e di forme di assistenza domiciliare. Il bonus trasporti potrà essere richiesto ancora fino a fine anno.

Incentivi prorogati

È stato invece confermato fino al 31 dicembre 2023 il bonus acqua potabile, un credito d’imposta del 50% sulle spese per acquisto e installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica sull’acqua di rubinetto.

C’è anche il bonus mobili del 50%, che sarà valido per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2024: questo potrà essere richiesto solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente a quello dell’acquisto dei beni. Ma il tetto di spesa dal prossimo anno sarà dimezzato a 5.000 euro.

L’assegno unico per i figli è stato confermato anche per il 2023 per tutte le famiglie con figli a carico fino a 21 anni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-10-2022


Pd: le tappe per rinnovare il partito

Covid, sospese le multe per i non vaccinati