Brevi finestre di tempo a cui arrivare preparati

Quando presentare domanda di pensione anticipata? La proposta del governo è stata discussa dai sindacati, che hanno chiesto una finestra di tempo più ampia per accogliere tutte le richieste che saranno avanzate dai lavoratori.

Chi può presentare domanda di pensionamento anticipato?

In merito al pensionamento anticipato in Italia si è consumata una piccola odissea legislativa, cominciata nel 2011 a seguito dell’approvazione della Legge Fornero. Con l’approvazione di quel testo di legge si andava a penalizzare tutti coloro che avessero richiesto il pensionamento prima del sessantaduesimo anno di età. Le decurtazioni ammontavano al 2% per ogni anno di anticipo rispetto al sessantesimo anno di età e dell’1% per gli anni dal sessantesimo al sessantaduesimo.

Tale provvedimento, immediatamente osteggiato da diverse forze politiche, fu “congelato” fin dal 2014 con la legge 113 ma è stato sospeso solo con la legge 232 del 2016.

Attualmente possono richiedere il pensionamento anticipato a coloro che hanno almeno 63 anni di età, 20 anni di contributi e raggiungeebbero la pensione di vecchiaia 3 anni e 7 mesi dopo la presentazione della domanda di pensionamento anticipato; coloro che hanno almeno 63 anni e rientrano in categorie meritevoli di tutela (disoccupazione senza sussidio da almeno 3 mesi, disabilità o assistenza a disabili, invalidi civili almeno al 74%, lavoratori che hanno svolto per almeno 6 anni continuativi mansioni gravose); lavoratori precoci ovvero coloro che hanno maturato il primo anno di contributi entro il diciannovesimo anno di età.

Quando presentare domanda di pensione anticipata?

Secondo quando stabilito inizialmente dal Governo, tutte le domande per l’Anticipazione del Pensionamento (Ape) dovrebbero essere consegnate dal principio di Maggio alla fine di Giugno 2017. 

Chi vorrà consegnare la domanda di pensionamento anticipato nel 2018 invece avrà tempo fino alla fine di Marzo 2018.

Queste finestre temporali sono state considerate insufficienti dai sindacati, considerando la mole di lavoratori che vorrà usufruire della pensione anticipata ora che, a seguito della Legge di Bilancio per il 2017, non sarà applicata alcuna penalizzazione nei confronti di coloro che vorranno andare in pensione senza aver raggiunto il sessantatreesimo anno di età.

Per evitare il concentramento di domande in un lasso di tempo così breve quindi i sindacati hanno proposto l’attivazione di almeno un’altra finestra per la consegna delle domande di pensionamento anticipato del 2017, ma non sappiamo ancora se la proposta è stata accolta o respinta dal governo.

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 27-03-2017


Calcolo precetto, tutte le principali informazioni

Il calcolo per la pensione anticipata: ora senza decurtazioni