Quando si torna a scuola a gennaio? Le Regioni procedono in ordine sparso. In Trentino prima campanella il 7 gennaio anche per i ragazzi delle superiori.

La scuola torna al centro delle discussioni anche nel mese di gennaio del 2021, soprattutto perché per molti non è chiaro quando si torna a scuola. Il grande interrogativo interessa soprattutto gli studenti delle scuole superiori, in balìa delle onde e del confronto (spesso scontro) politico.

Scuola
Scuola

Quando si torna a scuola a gennaio: il calendario

Inizialmente il governo aveva disposto il ritorno a scuola per il 7 gennaio, salvo poi posticipare la prima campanella dell’anno all’11 gennaio di fronte alle richieste di molti presidenti di Regione. Alla fine si procede in ordine sparso.

In Trentino prima campanella il 7 gennaio

Il 7 gennaio tornano in classe i ragazzi delle scuole superiori del Trentino Alto Adige. Come indicato dal governo, la didattica in presenza riprende al 50%.

11 gennaio – Toscana, Valle d’Aosta e Abruzzo

Alla fine l’11 gennaio ritornano in classe solo i ragazzi della Regione Toscana, dove l’emergenza coronavirus è contenuta così come è contenuta l’incidenza dei nuovi casi. Alla Toscana si sono unite Valle d’Aosta e Abruzzo.

Scuola - Liceo
Scuola

Quando si torna a scuola in Lombardia

In Lombardia l’intenzione era quella di riaprire i cancelli a fine gennaio, ma il 13 gennaio il Tar ha annullato l’ordinanza regionale disponendo quindi la ripresa dell’attività didattica in presenza al 50% per i ragazzi delle superiori. La data fissata per la riapertura è quella del 22 gennaio ma il 15 gennaio l’ordinanza del Ministro Speranza ha disposto la zona Rossa per la Lombardia, che quindi ha dovuto rinviare la riapertura delle scuole superiori.

18 gennaio – Lazio, Molise, Piemonte ed Emilia Romagna

Tornano in classe il 18 gennaio gli studenti delle scuole superiori di Lazio, Molise, Piemonte ed Emilia-Romagna.

25 gennaio – Liguria, Marche e Umbria

Posticipano la ripresa della didattica in presenza la Liguria di Giovanni Toti e la Regione Umbria. Tornano in classe anche gli alunni delle superiori delle Marche, sempre con la didattica in presenza integrata. Riaprono le scuole medie in Campania, mentre per quanto riguarda le superiori si dovrebbe attendere fino al prossimo 1 febbraio.

Le Regioni che hanno disposto la didattica a distanza fino al 31 gennaio

In Friuli Venezia Giulia l’ordinanza del Presidente di Regione dispone la didattica a distanza per i ragazzi delle scuole superiori fino al 31 gennaio. Per i ragazzi di elementari e medie la prima campanella è suonata il 7 gennaio.

Anche in Veneto e in Calabria didattica a distanza per i ragazzi delle superiori fino al prossimo 31 gennaio.

In Sicilia manca ancora un’ordinanza ma i ragazzi delle superiori dovrebbero continuare a seguire le lezioni da casa fino a fine gennaio per poi tornare a scuola a febbraio. La Regione è in zona Rossa alla luce dell’ordinanza del ministro Speranza.

Anche in Basilicata si dovrebbe riprendere con la didattica in presenza solo a partire dal prossimo 1 febbraio.

Chiude la panoramica delle Regioni la Sardegna, dove si valuta il rinvio del ritorno in classe dei ragazzi al prossimo mese di febbraio.ù

1 febbraio – Sardegna, Calabria, Puglia, Basilicata, Veneto, Campania, Friuli Venezia Giulia

Il 1 febbraio tornano in classe 8 milioni di studenti circa. Le classi delle scuole superiori riaprono per i ragazzi di Sardegna, Calabria, Puglia, Basilicata, Veneto, Campania, Friuli Venezia Giulia


1 febbraio 1979, l’ayatollah Khomeyni rientra a Teheran dopo 15 anni di esilio

Montagna, marito e moglie cadono in un dirupo. Il dramma davanti alla figlia di 5 anni