La MOC è un esame diagnostico che può essere eseguito o con i raggi X o con gli ultrasuoni, e che serve per determinare lo stato di salute dell’apparato osseo del paziente.

Vediamo il costo di una MOC privata: questo esame, la cui sigla significa Mineralogia Ossea Computerizzata, ha soprattutto la funzione di diagnosticare la presenza o meno di osteoporosi. Si può eseguire in convenzione con il servizio sanitario nazionale, o privatamente.

Quanto costa la MOC privata?

Le principali ragioni per effettuare una MOC privata sono due. Il primo caso è quello in cui il paziente non abbia diritto all’esenzione. Oppure, ma questa è una scelta personale, si preferisca affidarsi a una struttura privata, anche per evitare di dover attendere le tempistiche del servizio sanitario nazionale.

In questo caso effettuare la MOC privata avrà un costo “a libero mercato, che in genere va dagli 80 ai 100 euro. Va detto che però esistono diversi tipi di mineralogia ossea computerizzata, e il costo può variare anche in funzione del tipo di esame effettuato.

Il costo indicato è quello per la MOC DEXA (densitometria a doppio raggio X) che è il sistema considerato più affidabile. La MOC a ultrasuoni può avere costi più limitati.

In ogni caso, prima di prenotare l’esame, è bene provare a prendere informazioni presso medici, consultori o associazioni specializzate. Soprattutto negli ultimi anni infatti non è raro che, attraverso convenzioni private o iniziative imprenditoriali, si possa effettuare una MOC anche a costi decisamente più contenuti, per esempio in occasione della giornata della prevenzione dell’osteoporosi. Esistono anche cliniche private che, in giorni e orari specifici, offrono l’esame a prezzo scontato.

La MOC privata è sempre indispensabile?

Prima di tutto, chiariamo che la MOC è un esame al quale si può accedere attraverso il servizio sanitario nazionale. I criteri di accesso sono stati ridefiniti nel 2007 in occasione della conferenza Stato-Regioni e da allora è disponibile con gli stessi criteri su tutto il territorio nazionale. Esiste un documento ufficiale che illustra tutte le modalità, ma è soprattutto per gli addetti ai lavori. La cosa migliore, per sapere chi ha diritto alla MOC tramite servizio sanitario nazionale, è quella di rivolgersi a un medico o uno specialista, che saprà dare tutte le indicazioni del caso.

Qualora il medico ritenga opportuna la prescrizione dell’esame, dovremo affrontare solo il costo del ticket, che varia da regione a regione e in base alle condizioni personali.

Inoltre, è possibile usufruire dell’esenzione dal ticket se:

  • si tratti di una donna entrata in menopausa precoce, prima dei 45 anni di età;
  • si siano verificate fratture con sospetto di osteoporosi;
  • il soggetto abbia un indice di massa corporea inferiore a 19, indice di magrezza eccessiva;
  • il paziente si stia sottoponendo a terapie che possono indebolire le ossa.

Fonte foto: upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c8/DEXA_scanner_in_use_ALSPAC.jpg

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
guide moc osteoporosi salute sanità

ultimo aggiornamento: 01-10-2018


Stellarium Web è il planetario che ci fa osservare le stelle dal browser

Le migliori VPN gratis per proteggere la nostra privacy