Quanto dura un disco SSD? Scopriamolo con i programmi dedicati

Quanto dura un disco SSD? Scopriamolo con i programmi dedicati

Sapere a priori quanto dura un disco SSD non è possibile, anche i costruttori ci forniscono una stima. Ma esistono programmi per valutarne lo stato.

L’idea di sapere quanto dura un disco SSD deriva da una caratteristica di questo particolare tipo di unità. In pratica, i dischi fissi allo stato solido sono costruiti con un numero predefinito di letture e scritture garantito.

In pratica, dopo che ci abbiamo scritto e letto i dati per un certo numero di volte, il disco potrebbe smettere di funzionare, o comunque perdere di affidabilità. Il problema nel mondo reale è che il ciclo di vita calcolato in accessi è difficilissimo da trasformare in anni, mesi e giorni. Perché dipende da moltissime variabili, fra cui anche il sistema operativo che usiamo, le App installate, la RAM del computer e così via.

Per fortuna, come succede piuttosto spesso, la Rete ci aiuta, fornendoci alcuni strumenti gratuiti per capire a che punto della sua vita è in nostro disco SSD.

Non possiamo sapere a priori quanto dura un disco SSD, ma possiamo sapere per quanto tempo funzionerà ancora.

Sappiamo che la durata di un disco SSD in termini di letture e scritture è dichiarata dal produttore. Tuttavia, per ragioni tecniche è impossibile che questo numero sia preciso al cento per cento. Tutti i prodotti tecnici infatti sono soggetti a quella che in gergo tecnico si chiama dispersione delle caratteristiche. In parole molto povere due pezzi, anche se prodotti in modo industriale, non potranno mai essere perfettamente uguali. Quindi anche il numero di letture e scritture viene fornito con una certa tolleranza.

Ecco perché provare a “immaginare” prima la durata di un SSD è inutile: i valori non sono mai esattamente quelli nominali. Ma usando tre comodi programmi possiamo sapere in pochi minuti lo stato di salute del nostro SSD. Eccoli.

SSDLife

Fra i programmi provati, SSDLife è quello più chiaro, visto che ci restituisce direttamente un valore in percentuale. L’unico problema riguarda il download: la versione gratuita infatti è disponibile solo attraverso Softpedia ed è piuttosto datata. Ma funziona ancora piuttosto bene.

Dobbiamo solo scaricare il programma e lanciarlo per verificare lo stato dei nostri dischi SSD. Non ci sono particolari opzioni o tecnicismi da mettere in pratica.

Open Hardware Monitor

Fra tutti i programmi per scoprire quanto dura un disco SSD è senza dubbio quello più essenziale e pratico. Anche in questo caso è sufficiente collegarci al sito ufficiale, scaricare la cartella compressa del programma, decomprimerla e lanciare l’eseguibile per avere le informazioni in pochi secondi.

L’unico problema è che questo programma non è compatibile con alcuni modelli di disco fisso. Se sotto il nome del disco non troviamo la dicitura levels, abbiamo avuto poca fortuna.

Crystal Disk Mark CrystalDiskInfo

Ultimo programma di questa breve lista, CrystalDiskInfo di Crystal Disk Mark ha tutto quello che serve: il controllo è efficace e chiaro, e il programma è compatibile con un buon numero di dischi. Purtroppo arrivare a farlo funzionare non è altrettanto semplice. Prima di tutto perché la pagina di download ci propone una marea di versioni.

Fra cui la più semplice è senza dubbio ZIP (XP-) che si limita a scaricare la cartella compressa. Poi perché una volta aperta la cartella dobbiamo scegliere fra ben quattro file eseguibili. Per orientarci nella scelta, consideriamo che DiskInfo32 e DiskInfo64 sono rispettivamente per la versione a 32 e 64 bit di Windows “normali”, mentre DiskInfoA32 e DiskInfoA64 sono per i processori ARM.

Se riusciamo a orientarci in questo dedalo, troveremo le informazioni più chiare e complete, con tanto di salute del disco e statistiche di utilizzo.

Quanto dura disco SSD crystaldiskinfo

Se non abbiamo fortuna, proviamo con le versioni specifiche

I tre programmi sopra citati hanno il grosso vantaggio di essere Generici, di funzionare cioè su qualsiasi tipo di disco allo stato solido. Ma se non siamo soddisfatti dei dati, possiamo affidarci ai programmi dei produttori. Ecco, per esempio, quelli dei tre produttori più celebri:

Kingston SSD Manager
Samsung Magician
Seagate SeaTools

Grazie a questi potremo scoprire un maggior numero di dettagli sulle unità SSD di marchi specifici.

ultimo aggiornamento: 03-12-2019

X