Quinta riunione della FED: tasse tagliate di un quarto

Sorpresa FED: tassi d’interesse tagliati di un quarto di punto: non succedeva dal 2008

Al termine della quinta riunione annuale la Fed ha tagliato i tassi di interessi di un quarto di punto. Costo del denaro tra il 2% e il 2,5%.

WASHINGTON (STATI UNITI) – La quinta riunione annuale della FED porta una buona notizia per gli americani e non solo. La Banca Centrale Americana ha deciso di tagliare gli interessi di un quarto di un punto con il costo del denaro che è sceso in una forchetta fra il 2% e il 2,5%.

Si tratta di una prima storica visto che un taglio del genere non succedeva dal lontano 2008. Solo nel dicembre del 2018 l’Istituto aveva alzato i tassi per la quarta volta in un anno e per la nona dal 2015.

La Fed taglia le tasse

La decisione del taglio delle tasse non è stata presa all’unanimità visto che nella riunione alcuni presidenti hanno votato contro. George e Rosengren avrebbero preferito mantenere lo status quo. Ma alla fine si è deciso di fare un piccolo ‘sconto’ sulle imposte.

Nelle prossime settimane la Banca Centrale Americana si riunirà per discutere sulle tasse. E non è escluso un possibile aumento anche se da Jerome Powell si parla di “ulteriori tagli in futuro“.

Donald Trump
Donald Trump

Gli effetti del taglio delle tasse

La politica degli anni scorsi ha fatto salire il bilancio da 750 a 4.500 miliardi. A gennaio 2019 era stato registrato un calo fino a 4 miliardi. Per sgonfiare ancora di più queste cifre la Fed avrebbe potuto liberarsi progressivamente dei titoli acquistato a mano a mano che giungevano in modo da abbassare il bilancio.

Una soluzione che non è apparsa fattibile e per questo si è deciso di applicare un programma di riduzione di bilancio preciso e graduale. E con il taglio di tasse si provvederà ad abbassare ancora di più questo bilancio che rischia di aggravare le tasche degli americani.

ultimo aggiornamento: 01-08-2019

X