Una ragazza italiana è stata investita e uccisa da un monopattino elettrico a Parigi. Fermate due ragazze, si tratterebbe di due infermiere.

PARIGI (FRANCIA) – Una ragazza italiana è stata investita e uccisa da un monopattino elettrico a Parigi. La tragedia, come raccontato dal Corriere della Sera, è avvenuta lunedì 14 giugno anche se la morte è stata annunciata dai medici solamente nella notte tra mercoledì e giovedì.

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e risalire ai responsabili di questo incidente. Nella giornata del 24 giugno sono state arrestate due ragazze. Gli inquirenti ipotizzano che fossero alla guida del mezzo che ha travolto e ucciso la giovane italiana.

Ragazza italiana morta in Francia: è stata investita da un monopattino

Il grave incidente è avvenuto nella notte di lunedì 14 giugno. Dalle prime informazioni, la 31enne italiana si trovava nella zona pedonale lungo la Senna quando è stata investita da due ragazze a bordo di un monopattino elettrico.

Le condizioni della giovane sono parse da subito molto gravi. Nella caduta la giovane ha battuto violentemente la testa. La morte è stata accertata qualche giorno dopo senza che la ragazza abbia mai ripreso conoscenza.

Secondo alcuni testimoni, subito dopo l’incidente alcuni soggetti avrebbero rubato alcuni effetti personali della giovane.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Parigi
Parigi

Indagini in corso, arrestate due ragazze

Le autorità locali subito dopo l’incidente hanno subito aperto un’indagine per fare luce su quanto accaduto e risalire all’identità delle persone che si trovavano sul monopattino.

Nella giornata del 24 giugno le autorità hanno fermato due ragazze. Si tratta di due infermiere di 25 anni ritenute responsabili della morte della giovane italiana.

L’accusa è di omicidio colposo commesso da conducente di autoveicolo aggravato dall’incidente mortale.

Secondo una prima ricostruzione, le due erano ubriache. Dopo aver travolto la ragazza italiana si sono allontanate dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso.


Istituita la professione sanitaria dell’osteopata. Cosa fa e cosa cura

L’Italia lascia l’Afghanistan, Guerini: “La chiusura della missione non è abbandono”