Un ragazzo di 15 anni è annegato al largo di Panarea dopo un tuffo dalla barca. Aperta un’inchiesta dalla Procura.

PALERMO – Un ragazzo di 15 anni è annegato al largo di Panarea dopo un tuffo dalla barca. La tragedia, come riportato da La Repubblica, è avvenuta nel pomeriggio di domenica 25 luglio 2021 in Sicilia. La famiglia ha noleggiato l’imbarcazione e raggiunto l’isolotto di Lisca Bianca.

Il giovane si è tuffato in mare con maschera e pinne. I genitori, però, non vedendolo risalire hanno dato l’allarme e il corpo senza vita è stato rinvenuto a una decina di metri di profondità dai sub del diving locale.

Ragazzo morto al largo di Panarea, aperta inchiesta

Sulla morte del ragazzo di 15 anni è stata aperta un’inchiesta da parte della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto. Il magistrato nelle prossime ore potrebbe autorizzare l’autopsia sul corpo del giovane per accertare meglio quanto successo e capire cosa ha provocato il decesso.

L’ipotesi più probabile sembra essere quella di un malore, ma sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. I genitori potrebbero nuovamente essere ascoltati dagli inquirenti per provare a ricostruire le ultime ore prima del tuffo in mare. I punti da chiarire sono diversi e presto potrebbero arrivare importante novità su questa vicenda.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

A Palinuro labrador salva una bagnante

Un cane-bagnino è stato protagonista di un nuovo salvataggio di una bagnante a Palinuro. La donna in difficoltà ha chiamato aiuto e l’animale è riuscito a portare a riva la persona in difficoltà.

Si tratta di un secondo episodio in pochi giorni e per questo motivo nelle prossime settimane non si esclude l’utilizzo di questi cani-bagnino in futuro in tutte le spiagge italiane per cercare di evitare altre tragedie come quelle succese nel nostro Paese in questa estate.


Venti membri della Amerigo Vespucci positivi al coronavirus: sono tutti vaccinati

Vasto incendio nell’Oristanese, 20.000 ettari in fiamme, 1.500 sfollati. Solinas chiede quota del Pnrr