Il rapporto dell’Istat sui prezzi delle case nel 2020. E’ stato registrato un incremento dell’1,9 per cento rispetto all’anno precedente.

ROMA – Il rapporto dell’Istat sui prezzi delle case nel 2020 ha evidenziato una crescita dell’1,9% rispetto all’anno precedente. Si tratta di un incremento più ampio in media d’anno da 2010.

Questa dinamica – si legge nel report, riportato dall’Ansa – si manifesta in un contesto di diminuzione delle compravendite di immobili residenziali del 7,7% rispetto al 2019, confermando l’andamento dei prezzi delle abitazioni risenta solo in parte e con ritardo dei movimenti della domanda“.

In crescita i prezzi delle abitazioni nuove

Il maggiore incremento è stato fatto registrare dalle abitazioni nuove. Questo tipo di case nel 2020 sono cresciute del 2,1%. Quelle esistenti, invece, hanno avuto un incremento dell’1,9%.

Rispetto al 2010, i prezzi degli appartamenti sono comunque in calo del 15%. Un dato dovuto al crollo del costo delle abitazioni esistenti (-21,6%), mentre le nuove sono cresciute del 3,6%. Per il 2021 il tasso di variazione acquisito dall’indice è del -0,3% (-0,6% per le abitazioni esistenti e +0,8% per quelle nuove).

Istat
Fonte foto: https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno

Bocciato il piano casa della Sardegna

Il Governo, intanto, ha deciso di bocciare il piano casa progetto dalla Sardegna. Come riferito da La Repubblica, il premier Draghi nell’ultimo consiglio dei ministri ha deciso di impugnare il provvedimento approvato lo scorso 14 gennaio dopo una maratona di quattordici sedute per arrivare ad una soluzione.

Nei prossimi giorni saranno pubblicati i motivi di questa decisione e a breve si pronuncerà anche il Tar sul provvedimento. Un braccio di ferro destinato a durare anche in futuro. Non si esclude da parte della Sardegna un ricorso al Consiglio di Stato in caso di bocciatura da parte del Tribunale amministrativo regionale. Resta molto remota la possibilità di arrivare ad un accordo nelle prossime settimane senza passare per vie legali. Si tratta di una prima decisione simile presa dal premier Draghi.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/IstatCensimentiGiornoDopoGiorno


La filiera di Amazon in sciopero il 22 marzo

Ora legale in Italia, Terna: “Risparmio economico pari a circa 66 milioni di euro”