Il rapporto dell’Unicef sull’obesità: “Il numero dei bambini negli ultimi 40 anni è aumentato 11 volte”. Le cause di questo boom.

ROMA – Il rapporto dell’Unicef sull’obesità conferma una crescita dei bambini sopra il peso ideale. “Il numero – precisa l’Organizzazione – negli ultimi 40 anni è aumentato 11 volte e si stima che circa 250 milioni di bambini sotto i 5 anni nei Paesi a medio e basso reddito rischiano di non raggiungere il loro potenziale sviluppo. Ma è ancora più preoccupante che ogni piccolo nel mondo deve affrontare minacce per la sua vita a causa del cambiamento climatico o delle pressioni commerciali“.

La posizione dell’Italia

L’Italia, secondo quanto precisato dall’Unicef, garantisce una qualità di vita relativamente buona ai bambini e agli adolescenti classificandosi al 26esimo posto sui 180 Paesi complessivi per l’indice di sopravvivenza e del benessere dei più piccoli.

L’unico problema nel nostro Paese è la sostenibilità. Secondo questo studio il Governo non pensa al futuro dei bambini con la 134esima posizione per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica pro-capite. In questa speciale classifica gli Stati Uniti, l’Australia e l’Arabia Saudita sono tra i dieci Paesi con i dati peggiori.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Unicef
fonte foto https://www.facebook.com/unicef/

Il commento di Unicef Italia

I dati del rapporto sono stati commentati da Francesco Samengo, presidente di Unicef Italia, citato da Repubblica: “I bambini di oggi affrontano un futuro incerto. I cambiamenti climatici, il degrado ecologico, gli sfollamenti, il marketing aggressivo, i conflitti e le disuguaglianze persistenti minacciano la salute e il futuro dei bambini ovunque, anche nel nostro Paese“.

Il presidente si è poi soffermato sulla situazione italiana: “Con 5,99 tonnellate di CO2 pro-capite emette il 121% di CO2 pro-capite in più rispetto all’obiettivo del 2030“. Dati che confermano il bisogno di un cambio di marcia per quanto riguarda la sostenibilità. Un traguardo non semplice da raggiungere ma il Governo è chiamato a dare una risposta chiara e decisa su questo argomento.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/unicef/

ultimo aggiornamento: 19-02-2020


L’allarme del Wwf: “Koala a rischio estinzione”

Il Coronavirus non ferma la Milano Fashion Week