Il ministro dell’Interno ha deciso di dar via a operazioni di sgombero del rave party di Halloween che si sta svolgendo in provincia di Modena.

Questa mattina all’alba sono partite le operazioni di sgombero del rave party organizzato in provincia di Modena per la festa di Halloween. Il rave è stato organizzato in un capannone in disuso nella località di Bruciata iniziata ieri. Il ministro dell’Interno Piantedosi aveva già inviato al Prefetto l’ordine di interrompere l’evento.

Ma balli e musica erano proseguiti per tutta la notte. Questa mattina le forze dell’ordine hanno iniziato a sgombrare le persone che hanno preso parte al rave. Sono state identificate 660 le persone circa poi si passerà “al sequestro preventivo dell’immobile adottato di iniziativa e in via di urgenza”. Il sequestro, è necessario “per motivi di sicurezza legati strutturali allo stato dei luoghi, dichiarati dal proprietario della struttura e certificati in ultimo da sopralluogo tecnico”.

Polizia
Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Nessun agente è entrato nei locali al momento

Le forze dell’ordine anche in tenuta antisommossa sono circa 200 tra carabinieri, polizia, guardia di finanza e vigili del fuoco. L’intera zona dove si sta svolgendo il rave party è completamente presidiata. Per soccorrere eventuali feriti nelle operazioni di sgombero è stato allestito un punto di primo intervento. Al momento però sono iniziati i dialoghi con gli organizzatori e le forze dell’ordine e nessuno degli agenti è entrato nei locali.

Anche un elicottero sta sorvolando la zona nel frattempo molti giovani stanno abbandonando il rave. “Questo è un movimento di libertà. Che stiamo facendo di male? La paura è che entrino e picchino” ha detto un manifestante.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 31-10-2022


Meteo, addio al caldo: quando iniziano le temperature invernali

Missili in Ucraina: colpite due dighe, Kiev al buio e senza acqua