Fabrizio Corona ha deciso di donare duemila euro al Telefono Rosa di Piacenza ma l’associazione ha rifiutato il regalo.

PIACENZA – Un atto di solidarietà di Fabrizio Corona non è stato accettato dal Telefono Rosa di Piacenza. Durante l’ultimo giorno dell’open week della palestra Le Club di Piacenza, il fotografo si è detto disposto a donare duemila euro all’associazione come aiuto verso il tema della lotta alla violenza sulle donne. Un dono non accettato da parte dall’organizzazione con questa motivazione “un’ambiguità che si è venuta a creare nella presentazione pubblica dell’iniziativa“.

Fabrizio Corona
Fabrizio Corona (fonte foto https://twitter.com/MediasetTgcom24)

Piacenza, il Telefono Rosa risponde a Corona: “Mai arrivata una proposta in denaro”

Il Telefono Rosa di Piacenza con il presidente Donatella Scardi ha voluto precisare i dettagli della vicenda, riportati dal sito di Repubblica: “Tale iniziativa è nata come un’offerta di abbonamenti a una palestra, da parte di Corona, da destinare in beneficenza. La palestra ha individuato il Centro antiviolenza come destinatario di tale regalo, accolto da noi al fine di portare benessere a donne che vivono momenti in difficoltà“.

Una proposta in denaro non è mai arrivata – conclude il numero uno dell’associazione – e comunque non avremmo accettato. A questo punto ci dissociamo e decliniamo l’offerta arrivata“.

Fabrizio Corona come sempre è al centro della cronaca per le sue vicende giudiziarie. Per una volta è stato protagonista di un gesto di solidarietà che comunque non è stato accettato dal Telefono Rosa di Piacenza. La spiegazione è stata data dal presidente dell’associazione con il fotografo che non ha commentato questo rifiuto.

fonte foto copertina https://twitter.com/SuperGuidaTV


Venezia, niente lavoro per una 20enne: “Sei nera, potrebbe fare schifo ai clienti”

Roma, morta Simonetta D’Alessandro: il giudice che firmò gli arresti per gli Spada