Matteo Renzi a SkyTg24 parla di governo e di nuovo si scaglia contro il Movimento 5 stelle.

Il leader di Italia Viva è convinto che il governo arriverà a scadenza e finirà con la fine della legislatura. Il motivo è semplice, per Renzi i grillini non vogliono abbandonare la poltrona. “Ci sono parlamentari del M5s che prima di andare a votare si tagliano un piede, se no devono chiedere loro il Reddito di cittadinanza” ironizza l’ex premier.

Altra pungente ironia nei confronti del leader dei pentastellati Giuseppe Conte mentre glissa una domanda nei sui confronti e dice: “Abbiamo detto parliamo di cose serie, che c’entra Conte?”. Poi non si risparmia e aggiunge: “Giuseppe Conte è lo smemorato di Collegno: è l’uomo che a inizio legislatura ha firmato con Salvini i decreti di Salvini sull’immigrazione, che andava all’Onu a dire che era sovranista, alla scuola della Lega a dire che era populista, ha visto la malaparata e si è buttato a sinistra. Dovete chiede serietà alle persone”, afferma il leader di Iv.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il leader di Iv contro Conte e i 5 stelle, ma salva Di Maio

Mentre tesse lodi – non senza ironia – nei confronti dell’altra sponda del Movimento 5 stelle, ovvero il ministro degli esteri. “Di Maio di oggi è uno diverso, ha fatto come al Cepu: 3 anni in uno alla Farnesina” in riferimento alle dure battaglie che si trova ad affrontare in questo momento.

Per quanto riguarda le prossime politiche del 2023, ad una domanda relativamente ad un Draghi bis Renzi risponde: “Lasciamo lavorare Draghi. Nel 2023 ci sono le elezioni, chi vince le elezioni governa. In Italia non è così, non si sa chi vince. Dobbiamo fare una riforma costituzionale dove chi vince governa: nella prossima legislatura il sindaco d’Italia”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-06-2022


Letta sul lavoro: “Mai più tirocini e stage gratuiti”

Salvini e Letta dicono no a larghe intese