Il report della Fiaso basato sugli ospedali sentinella: crescono i ricoveri tra i bambini. Via libera dell’Aifa a Novavax.

ROMA – Raddoppiati i ricoveri tra i bambini. A dirlo è il report di Fiaso pubblicato dopo il consueto controllo degli ospedali sentinella. Nel documento, riportato da La Repubblica, ha evidenziato come la percentuale dei ricoveri dei più piccoli è salita al 96% e si tratta quasi tutti di ragazzini non vaccinati e tra i bimbi di età compresa tra 0-5 anni la metà non ha i genitori immunizzati.

In crescita anche la presenza dei No Vax nei reparti ordinari mentre è stato registrato un calo dei ricoverati con almeno due dosi. Un trend che ormai è confermato ormai da tempo e questo dovrebbe confermare la linea del Governo sui vaccini.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’Aifa dà il via libera a Novavax

Italia che presto potrebbe avere un nuovo vaccino a disposizione. L’Aifa, infatti, ha dato il via libera a Novavax dopo l’autorizzazione dell’Ema. L’agenzia italiana del farmaco ha confermato le indicazioni date dall’Ema e, quindi, approvato l’utilizzo del farmaco per i cittadini dai 18 anni un su.

Il vaccino ha mostrato una efficacia intorno al 90% nel prevenire la malattia sintomatica e questa percentuale è confermata anche in età superiore ai 64 anni. E, per questo motivo, sarà utilizzato per tutti.

No booster

Al momento il vaccino Novavax non potrà essere utilizzato come booster. L’autorizzazione, infatti, è arrivata solamente per il ciclo primario e di conseguenza le due dosi. Nelle prossime settimane la stessa azienda potrebbe chiedere l’autorizzazione per la terza somministrazione, ma al momento si preferisce andare cauti anche perché non si conoscono le possibili reazioni che potrebbe avere il farmaco.

Si tratta, comunque, di un’arma in più per contrastare la risalita dei casi e cercare di ritrovare quella normalità che ormai manca da più di due anni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 22-12-2021


Assalto alla sede della Cgil, chiesto il rinvio a giudizio per i leader di Fn

Incidente sul lavoro in provincia di Trento, morto un operaio di 31 anni