Coronavirus, il report della Fondazione Gimbe: casi di Covid in aumento, crescono anche i ricoveri in area medica e in terapia intensiva.

Il report della Fondazione Gimbe sull’andamento dell’emergenza coronavirus in Italia conferma un lento ma progressivo peggioramento della situazione e pone l’accento sull’aumento dei ricoveri in area medica e in terapia intensiva, che rappresentano il dato più preoccupante in questa fase dell’emergenza.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Coronavirus, l’andamento dell’emergenza in Italia: il report settimanale della Fondazione Gimbe

Per quanto riguarda i casi settimanali, il report del 25 novembre della Fondazione Gimbe, che analizza il periodo dal 17 al 23 novembre, registra un aumento del 27% circa rispetto alla settimana precedente. Si tratta di un aumento generalizzato che interessa di fatto quasi tutte le Regioni/PPAA.

Ricoveri in aumento

Per quanto riguarda i ricoveri, a livello nazionale il tasso di occupazione dei posti letto in area medica arriva all’8% mentre quello dei posti letto in terapia intensiva si attesta intorno al 6%. La situazione, come detto, è in lento peggioramento ma entrambi i dati restano al di sotto della soglia di rischio.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

Friuli Venezia Giulia con numeri da zona Gialla

Per quanto riguarda la situazione nelle singole Regioni, In Friuli Venezia Giulia e in Provincia di Bolzano i ricoveri in area medica sono sopra la soglia limite del 15% e si attestano rispettivamente al 18 e al 16%. In Friuli Venezia Giulia anche i ricoveri in terapia intensiva, che raggiungono il 14%, si pongono sopra la soglia limite (10%). Il Friuli Venezia Giulia ha quindi a tutti gli effetti i numeri da zona Gialla. Si attende il monitoraggio Iss del 26 novembre per una decisione definitiva sul colore della Regione a partire dal 29 novembre.

L’andamento della campagna di vaccinazione

Per quanto riguarda la campagna di vaccinazione, la Fondazione Gimbe evidenzia un preoccupante ritardo nella vaccinazione degli over 50 e dei ragazzi di età compresa tra i 12 e i 19 anni. Sono invece in leggero aumento le somministrazioni dei richiami, quindi della terza dose o della dose aggiuntiva per chi si è vaccinato con il vaccino monodose Johnson & Johnson.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 25-11-2021


Scopre dopo 15 anni che la sua fidanzata non esiste, truffato il pallavolista Roberto Cazzaniga

Covid, Ema autorizza il vaccino per i bambini dai 5 agli 11 anni