Richard Gere testimonierà contro Matteo Salvini nel processo sul caso Open Arms. Il leader della Lega: “Gli chiederò un autografo”.

La stella del cinema Richard Gere testimonierà contro Matteo Salvini nel processo sul caso Open Arms. Lo rende noto proprio il leader della Lega facendo sapere che l’attore, impegnato anche in diverse battaglie sociali per i diritti dell’uomo, testimonierà il prossimo 23 ottobre a Palermo.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Open Arms, Richard Gere testimonierà contro Matteo Salvini

Richard Gere testimonierà contro di me nel processo Open Arms il prossimo 23 ottobre a Palermo“, ha comunicato il leader della Lega Matteo Salvini in occasione della sua tappa ad Assisi del 26 settembre. “Lo conosco come attore, ma non capisco che tipo di lezione possa venire a dare a me e agli italiani sulle nostre regole e le nostre leggi“, ha aggiunto Matteo Salvini.

Se qualcuno pensa di trasformare il processo in uno spettacolo e vuole vedersi Richard Gere va al cinema, non in tribunale“, ha ribadito l’ex ministro dell’Interno.

Gli chiederò un autografo da portare alla mia mamma. Vorrei però sapere quanto costerà ai contribuenti italiani questa roba qua, che non sarebbe possibile in nessun altro Paese“, ha concluso Salvini.

Richard Gere
Richard Gere

Il caso della Open Arms e il ruolo dell’attore

Nel 2019 Richard Gere si interessò al caso Open Arms e raggiunse personalmente Lampedusa per chiedere una soluzione dell’annosa vicenda che ha trovato spazio anche sui media internazionali. Il caso della Open Arms è quello della nave dull’Ong spagnola tenuta per giorni, per indicazioni dell’allora ministro Matteo Salvini, al largo delle acque di Lampedusa.

ultimo aggiornamento: 26-09-2021


Islanda al voto, riconteggio e niente record ‘rosa’

Chi è Olaf Scholz: la carriera e il programma