Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha dato il suo via libera alla ripresa del calcetto e dello sport di contatto dal prossimo 25 giugno.

Sul proprio profilo Facebook il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha fatto sapere di aver dato il suo consenso per la ripresa del calcetto e dello sport di contatto dal prossimo 25 giugno. Dopo il mezzo passo indietro degli ultimi giorni, il ministro ha dato il suo consenso confermando quanto stabilito nell’ultimo dpcm. Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, ritardando la ripresa prevista per inizio giugno, aveva fissato al 25/06 la ripresa dello sport di contatto. L’ultima parola spetta al ministro della Salute Speranza.

Vincenzo Spadafora
Roma 09/09/2019 – Camera dei Deputati voto di fiducia al nuovo Governo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Vincenzo Spadafora

Calcetto e sport di contatto dal 25 giugno, via libera da Spadafora

Mi avete scritto e fatto sentire con forza, dopo che il Consiglio dei ministri ha deciso lo slittamento dal 18 al 25 giugno per la ripresa degli sport di contatto, la voglia e la necessità di ricominciare a giocare nei centri sportivi di tutto il Paese, consentendo a migliaia di gestori e lavoratori di riprendere le loro attività“, scrive su Facebook il ministro Spadafora che pure negli ultimi giorni aveva tirato il freno sulla possibilità di riprendere le attività dal 25 giugno.

“Per questo, prima dei termini previsti, ho incontrato in video conferenza il Presidente Bonaccini e i rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, che hanno stilato le indicazioni per la ripresa immediata, che saranno approvate domani. Già ieri ho anticipato il mio parere favorevole alla riapertura. Manca solo l’assenso del ministro Speranza: appena lo darà si potrà ricominciare”, ha concluso il ministro Spadafora.

Ultima parola al ministro Speranza

Dopo il via libera del Presidente del Consiglio, che con l’ultimo dpcm ha fissato la ripresa del calcetto e degli sport di contatto dal 25 giugno, e dopo il via libera di Spadafora, che ha confermato il semaforo verde nella giornata del 24, il cerchio si chiude con il ministro della Salute Speranza. La preoccupazione principale è legata al fatto che il via libera allo sport di contatto sarebbe in contrasto con le indicazioni del governo. Resta infatti in vigore la disposizione di osservare la distanza fisica tra le persone. O di portare la mascherina laddove non fosse possibile osservare il distanziamento.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news coronavirus evidenza politica

ultimo aggiornamento: 24-06-2020


Europa scettica sul taglio dell’Iva. Il 17 e il 18 luglio vertice sul Recovery fund

Tragedia nel calcio femminile, è morta in un incidente la 21enne Arianna Varone