Il brutto episodio è avvenuto in un torneo di calcio della categoria esordienti, tenutosi a Gabicce Mare. Un allenatore è finito in ospedale.

Il calcio è uno sport magnifico, capace di unire persone completamente diverse tra loro per un unico obiettivo: tifare per una squadra e supportare la maglia indossata da undici ragazzi che corrono dietro a un pallone. Ebbene, non sempre però il calcio ci riserva delle belle scene. Questo è il caso di un episodio increscioso avvenuto a Gabicce Mare, dove un allenatore è finito in ospedale in seguito a una rissa.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’episodio

Nella provincia di Pesaro Urbino, a Gabicce Mare, si teneva una partita tra l’Accademia Calcio Asd Terni e la Polisportiva Ponte di Nona di Roma. Ebbene, questa partita si è tramutata in rissa. Nell’ambito di un contrasto di gioco ai danni di un 12enne di Roma, il folle padre del ragazzo è entrato in campo, dirigendosi verso l’allenatore della squadra di Terni, il 33enne Francesco Latini, e sferrandogli un pugno in faccia. La colpa dell’allenatore? Chiedere ai giocatori di restare calmi e di non agitarsi in seguito ad un normale contrasto di gioco. Dopo essere caduto a terra, l’arbitro è stato picchiato ulteriormente dal padre del bambino, che gli ha lesionato un rene.

La reazione

Questo evento è stato riportato dai media locali. Sconvolti, i piccoli giocatori si sono messi a piangere. I genitori sugli spalti hanno inveito contro l’invasore, che voleva avere ragione a tutti i costi, rimanendo anche in mezzo al campo. Un altro padre che stava assistendo al match, che di lavoro fa il poliziotto, ha identificato l’uomo, segnalando l’evento ai carabinieri del luogo, che hanno aperto subito un’inchiesta.

Calciatore pallone
Calcio

Il tecnico di Terni è stato soccorso tempestivamente dal 118. L’allenatore è stato portato prima all’ospedale di Riccione, per poi essere trasferito al Bufalini di Cesena. Per lui, la prognosi è di 30 giorni. I medici pensavano che fosse necessario intervenire chirurgicamente in modo da fermare l’emorragia, ma fortunatamente il pericolo è sfumato. Dal suo letto d’ospedale, il coach dei giovanissimi giocatori di Terni ha scritto su Facebook di aver corso il rischio di farsi davvero male, ma che “malgrado tutto, grazie ai miei ragazzi, ho ancora un barlume di speranza in questo mondo marcio popolato da immondizia umana”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-04-2022


Afghanistan, attacco in una scuola a Kabul: 6 vittime

Lutto nel mondo del cinema: è morta l’attrice Ludovica Bargellini