E’ ufficiale il ritorno del controllore sui bus. Giovannini: “Si tratta di un tema cruciale per la ripartenza”.

ROMA – E’ tutto pronto per il ritorno del controllore sui bus. Dopo le anticipazioni dei giorni scorsi, il ministro Giovannini ai microfoni di RaiNews24 ha confermato che questo ruolo è stato inserito nelle linee guida che il suo Dicastero ha inviato al Cts per la ripartenza di settembre.

Il controllo si tratta di un tema fondamentale per la ripartenza ed ora si attende il via libera del Comitato tecnico-scientifico per definire il protocollo.

Il ruolo del controllore

Il ruolo del controllore sarà molto delicato. Secondo le linee guida, infatti, dovrà non solo verificare il biglietto, ma anche il corretto utilizzo della mascherina e il rispetto della capienza dell’80%. Un ritorno importante dopo anni di polemiche e di discussione in Italia.

Il protocollo è al vaglio del Cts per effettuare tutti gli approfondimenti del caso e solo dopo si sapranno maggiori dettagli. Il piano servirà a far ripartire tutte le attività in sicurezza, ma non mancheranno le polemiche e le difficoltà. Ma il ministro Giovannini ha ribadito come il controllo è un passaggio fondamentale per poter tornare ad una vita normale anche ai tempi del Covid.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Autobus Roma
Autobus Roma

La ripartenza con la capienza all’80 per cento

Una ripartenza che ha portato ad alzare la capienza all’80%. La decisione è stata presa dal Governo nell’ultima cabina di regia e dopo un confronto con il Cts. Un aumento valido sia per la zona bianca che per quella gialla, ma per farlo è stato confermato l’obbligo della mascherina.

Sembra essere escluso, almeno per il momento, il Green Pass per salire sui mezzi pubblici. Ma su questo la riflessione è ancora in corso e un cambio di posizione è ancora possibile. Il premier Draghi potrebbe presto convocare una cabina di regia per valutare meglio la questione.

ultimo aggiornamento: 24-08-2021


Route 66, un mito americano: percorso, lunghezza e tutto quello che c’è da sapere

MotoGP, orari e info streaming del GP della Gran Bretagna