Nato a Potenza il 4 gennaio 1979, Roberto Speranza è ministro della Salute dal settembre 2019. In passato ha militato nel Partito Democratico.

Roberto Speranza compie 42 anni. L’attuale responsabile del dicastero della Sanità è nato infatti a Potenza il 4 gennaio 1979.

Studi e politica

Il politico lucano segue la politica fin da piccolo, seguendo le orme del padre Michele, militante della sinistra lombardiana del Psi. Dopo aver studiato al liceo scientifico statale “Galileo Galilei” della sua città, si iscrive all’università e si laurea in Scienze Politiche alla Luiss, a Roma, prima di dedicarsi a un dottorato di ricerca in Storia dell’Europa Mediterranea. Nel 2004, a venticinque anni, Roberto Speranza viene eletto consigliere comunale a Potenza con i Democratici di Sinistra.

Roberto Speranza
Fonte foto: https://www.facebook.com/robersperanza

Nelle file del Partito Democratico

Due anni dopo confluisce nel neonato Partito Democratico, entrando nel comitato nazionale dei Giovani designato da Veltroni. Segretario regionale nel 2009, sostiene Pierluigi Bersani alle primarie.
Nel 2013 entra in Parlamento assumendo subito l’importante ruolo di capogruppo dei deputati. Il 15 aprile del 2015 Roberto Speranza annuncia le proprie dimissioni dall’incarico di capogruppo del partito per manifestare il proprio disaccordo rispetto alla decisione del governo di Matteo Renzi di porre la fiducia sull’Italicum, la nuova legge elettorale.

Liberi e Uguali e Governo Conte

Alle elezioni del marzo 2018 si presenta nella lista del partito Liberi e Uguali, venendo rieletto deputato nella circoscrizione Toscana. In estate viene rieletto coordinatore nazionale del partito, mentre l’anno seguente ne diventa il Segretario. Il 5 settembre 2019 entra in quota partito nel Governo Conte in qualità di ministro della Salute.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
Liberi e Uguali ministro della salute Potenza Roberto Speranza

ultimo aggiornamento: 04-01-2021


Nuove misure dal 7 gennaio, tensione al vertice di maggioranza. Iv: “Piano vaccini insufficiente. Non ci sono certezze”

Vaccini in Lombardia, Gallera: “Non faccio rientrare in servizio i medici in ferie”. La Lega prende le distanze