Roma, rivolta in centro migranti: in 13 riescono a scappare, c’è anche un algerino radicalizzato

Roma, rivolta nel centro migranti di Ponte Galeria. Tredici persone riescono a darsi alla fuga, ci sarebbe anche un algerino radicalizzato.

Roma, rivolta in un centro migranti dal quale sono riuscite a fuggire tredici persone che hanno approfittato della situazione di caos per allontanarsi dal centro e darsi alla macchia.

Rivolta in centro migranti a Roma, tredici riescono a darsi alla fuga

A dare la notizia della vicenda è stata il Sap, ossia il Sindacato Autonomo di Polizia, che ha sottolineato la gravità di quanto accaduto e la necessità di rintracciare i fuggitivi.

L’episodio è avvenuto nel centro per migranti di Ponte Galeria, nel quadrante meridionale della Capitale.

Stando alle prime ricostruzione della vicenda, un gruppo di persone ha dato origine a una rivolta nel centro incendiando materassi e distruggendo porte e finestre della struttura.

I rifugiati ospitati nella struttura hanno dato vita alla protesta lamentandosi per la qualità del cibo e per il fatto di avere pochi telefoni cellulari a disposizione.

Resta da capire se la rivolta sia stata pianificata per coprire e agevolare la fuga o se i tredici abbiano approfittato della situazione di caos per lasciare il centro.

Polizia
Polizia

Tra i fuggitivi ci sarebbe anche un algerino radicalizzato

Approfittando della situazione di caos, tredici migranti sono riusciti a lasciare il centro, Si tratterebbe delle stesse persone che hanno fatto scoppiare la rivolta. Tra le persone in fuga ci sarebbe anche un algerino radicalizzato.

Sul caso indagano le autorità. Si ipotizza che la fuga dei tredici migranti possa essere stata pianificata nei dettagli. Non si esclude che i fuggitivi possano semplicemente aver approfittato della confusione per lasciare il centro indisturbati.

ultimo aggiornamento: 08-07-2019

X