Roma, scongiurato il razionamento dell’acqua: c’è l’intesa con Acea

Ad annunciarlo è stato il presidente di Acea. La Raggi: “Il Governo intervenga con gli strumenti che ha a disposizione“.

chiudi

Caricamento Player...

Mi è stato comunicato pochi minuti fa dal presidente della Regione Lazio che a breve dovrebbe esserci un provvedimento modificativo della sospensione della fornitura di acqua dal lago di Bracciano“. Così ha parlato pochi minuti fa il presidente di Acea, Luca Alfredo Lanzalone, come riferito dall’Ansa. Un provvedimento che, a quanto pare, scongiurerà la necessita di turnazione dell’acqua nella Capitale. Un risultato importante, anche se non definitivo.

Raggi: “Privare dell’acqua Roma è un danno enorme per tutti

Duro l’intervento di Virginia Raggi nel pomeriggio per evitare il razionamento dell’acqua: “È intollerabile che Roma venga privata dell’acqua. È un danno enorme per i cittadini, per le attività economiche e commerciali. Un danno di immagine per l’Italia. Sono preoccupata soprattutto per la fornitura di acqua a ospedali e per l’approvvigionamento ai Vigili del Fuoco che in un periodo come questo risulta di fondamentale importanza. Il Governo intervenga con gli strumenti che ha a disposizione. È necessaria la dichiarazione dello Stato d’emergenza“. Per ora scongiurata anche la dichiarazione questa soluzione. Per ora il peggio sembrerebbe essere alle spalle. Bisognerà nei prossimi giorni trovare una soluzione definitiva per arginare una crisi idrografica che sta affliggendo non solo la Capitale, ma l’Italia intera.