Oggi è stato siglato a Roma un accordo storico tra Uber e ItTaxi, che migliorerà significativamente il trasporto pubblico in Italia.

Una partnership storica, quella suggellata oggi a Roma. Le due aziende in questione sono il consorzio italiano ItTaxi e la multinazionale dei “taxi del futuro”, ovvero Uber. Il modello Uber è estremamente vincente, in quanto non bisogna possedere una licenza da tassista per poter entrare nell’attività e iniziare a guadagnare. Inoltre, il rating dell’autista permette al cliente di avere un servizio impeccabile, in quanto il driver è incentivato a comportarsi nel miglior modo possibile. Ebbene, dopo le tantissime lamentele degli scorsi anni da parte dei dei tassisti italiani per l’ingresso di Uber nel Belpaese, qualcosa comincia a muoversi nella giusta direzione.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’accordo odierno

L’accordo siglato oggi a Roma permette ai 12mila taxi del consorzio ItTaxi di lavorare con Uber, aumentando significativamente la possibilità di fare business, a causa del bacino di utenza immenso dell’applicazione. Tempi d’attesa minori per gli utenti e una flotta decisamente più grande di taxi per poter coprire una porzione di territorio maggiore. Benefici importanti, quelli derivanti dall’accordo tra Uber e ItTaxi.

Il commento del presidente di ItTaxi

L’accordo siglato con Uber è un traguardo importante che porterà progressivamente più corse ai tassisti del nostro consorzio. Si tratta di un passo avanti per il nostro lavoro e un servizio in più per i clienti che hanno bisogno di muoversi agilmente nelle principali città italiane”. Queste le parole di Loreno Bittarelli, presidente di ItTaxi. “Grazie a questa partnership potremmo lavorare di più e meglio, sfruttando le nuove opportunità questo accordo porterà”.

Taxi
Taxi

Le dichiarazioni del ceo di Uber

Anche l’amministratore delegato di Uber, Dara Khosrowshahi, si è detto entusiasta della nuova partnership. Queste le sue parole. “Uber ha una lunga storia di partnership con il settore per fornire ai conducenti maggiori opportunità di guadagno e ai passeggeri un’ulteriore opzione di trasporto. Siamo molto felici della partnership con ItTaxi che ha l’obiettivo di offrire nuove opportunità a milioni di utenti e migliaia di autisti taxi di diverse città italiane. Siamo determinati a essere un vero partner per il settore dei taxi in tutta Italia e siamo entusiasti di iniziare un nuovo capitolo di fiducia e cooperazione”.

Le parole dell’ad di Uber Italia

Ma non è solo Khosrowshahi ad essere felice dell’accordo: anche Lorenzo Pireddu, amministratore delegato di Uber Italia, ha espresso la propria opinione sulla nuova partnership. “Oggi annunciamo un accordo storico tra Uber e ItTaxi che permette di creare valore per migliaia di operatori e milioni di persone in tante città italiane. Siamo molto orgogliosi di aprire questo nuovo capitolo della nostra storia in Italia fatto di cooperazione con il settore e di fiducia, perché siamo convinti che Uber e ItTaxi stiano meglio insieme. Dalla fine di giugno, a partire dalla città di Roma e poi in tante altre città italiane, milioni di utenti che oggi aprono la nostra applicazione in Italia, oltre all’opzione di trasporto che già hanno, avranno l’opzione di prenotare un taxi utilizzando la tecnologia che ci contraddistingue e che rende questo processo semplice e affidabile.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


Nato: “Putin voleva meno truppe ai confini, ora ne avrà di più”

Putin: “L’economia russa è aperta, ma cambieranno i flussi commerciali”