Un uomo di 35 anni dell’Europa dell’Est si è barricato nella sua abitazione di Roncadelle insieme al figlio di soli quattro anni.

La vicenda accade a Roncadelle, in provincia di Brescia. Il protagonista della vicenda è un uomo di 35 anni, proveniente dall’Europa dell’Est. Si sarebbe barricato in casa insieme al figlio dell’età di quattro anni. Sul posto le forze dell’ordine che stanno provvedendo a portare avanti le trattative con l’uomo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La vicenda

Quest’ultimo ha aperto la porta, ed ha dichiarato ai Carabinieri che il bimbo sta bene. Verso le otto del mattino di oggi, i militari hanno parlato con il bimbo. Sul luogo anche il Procuratore capo di Brescia, Francesco Prete, l’avvocato dell’uomo, Alberto Scapaticci, e le forze anti-terrorismo.

Secondo quanto emerso fino ad ora, pare che l’uomo avesse appena avuto un incontro con il piccolo, stabilito dal giudice in seguito alla separazione con la moglie. Gli sarebbe però stata limitata la possibilità di vederlo, in quanto avrebbe dei precedenti per violenza domestica. Pare che l’uomo avesse addirittura aggredito l’assistente sociale con cui aveva un incontro.

Polizia

Così dopo l’incontro, il piccolo sarebbe andato via con la madre. Ma nel pomeriggio di ieri, 5 ottobre, l’uomo ha rapito il bambino al termine di un incontro protetto con un’assistente sociale. Dopo quasi 24 ore di trattative, l’uomo ha aperto la porta. L’uomo è un 35enne originario dell’Europa dell’Est. Nel frattempo le trattative continuano per capire quali siano le richieste dell’uomo, e come eventualmente soddisfarle.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-10-2022


Inchiesta Andreea Rabciuc, si è allontanata volontariamente?

Teramo, 46enne morto in casa: via alle indagini