Rosa Empoli 2018-2019. I toscani sono ritornati in Serie A dopo un anno di purgatorio con l’obiettivo di una salvezza tranquilla.

Rosa Empoli 2018-2019. Dopo un anno di purgatorio, i toscani sono ritornati in Serie A con l’obiettivo di rimanerci per tanti anni. Non sarà semplice conquistare la salvezza vista la folta concorrenza ma gli azzurri faranno di tutto per restare nel massimo campionato anche la prossima stagione.

Rosa Empoli 2018-2019: i portieri

In porta la partenza di Gabriel può essere pesante ma la presenza di estremi difensori del calibro di Ivan Provedel, Pietro Terracciano e Andrea Fulignati è di assoluta tranquillità.

Ivan Provedel
Pietro Terracciano
Andrea Fulignati

Rosa Empoli 2018-2019: i difensori

Nel reparto difensivo sono arrivati giocatori di esperienza come Luca Antonelli e Matías Silvestre ma anche profili di prospettiva come possono essere Jacob Rasmussen e Michal Marcjanik.

Giovanni Di Lorenzo
Frederic Veseli
Luca Antonelli
Lorenzo Polvani
Domenico Maietta
Manuel Pasqual
Matías Silvestre
Joel Silvestre
Michal Marcjanik
Jacob Rasmussen

Rosa Empoli 2018-2019: i centrocampisti

In mediana i toscani hanno riportato in Italia una vecchia conoscenza come Salih Ucan. Rinforzi di qualità Afriye Acquah e Leonardo Capezzi, in un reparto che ha tanta qualità specialmente offensiva.

Matteo Brighi
Miha Zajc
Hamed Junior Traoré
Ismael Bennacer
Lorenzo Lollo
Afriye Acquah
Leonardo Capezzi
Rade Krunic
Salih Ucan

Rosa Empoli 2018-2019: gli attaccanti

In attacco il colpo è sicuramente Antonino La Gumina che è andato a sostituire il partente Antonio Donnarumma. Francesco Caputo la stella del reparto.

Levan Mchedlidze
Alejandro Rodríguez
Francesco Caputo
Arnel Jakupovic
Antonino La Gumina
Samuel Mraz

Rosa Empoli 2018-2019: allenatore

In panchina confermato Aurelio Andreazzoli.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news Empoli Francesco Caputo rosa empoli

ultimo aggiornamento: 24-08-2018


Napoli-Milan, la conferenza stampa di Carlo Ancelotti

Milan, Massimo Oddo: “Higuain sacrificato dalla Juve per gli equilibri”