Rosa Milan 2014/15, l’annata nera di Inzaghi in panchina

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

I protagonisti della deludente stagione sotto la guida di Super Pippo, conclusa con un misero decimo posto in campionato.

Rosa Milan 2014/15 – Uno dei tentativi più coraggiosi degli ultimi anni del Milan di Silvio Berlusconi fu la promozione in prima squadra di Filippo Inzaghi, l’ex bomber rossonero agli inizi della propria carriera da tecnico. Non fu un’idea brillante. L’esperienza ancora irrisoria di Inzaghi a certi livelli e la qualità non strardinaria della rosa a sua disposizione finirono per dar vita a una delle stagioni più complesse della storia del Milan, soprattutto dell’epoca berlusconiana: in campionato la squadra terminò al decimo posto, in Coppa Italia venne eliminata a i quarti di finale perdendo per 1-0 con la Lazio a San Siro. Inoltre, per la prima volta dal 1998/99 il Milan non partecipava alle coppe europee. Eppure questo, da teorico vantaggio, si rivelò un dettagli irrilevante. Al termine della stagione Inzaghi venne sollevato dal suo incarico, e ricomincò la sua carriera dal basso. Oggi è l’allenatore del Venezia, promosso l’anno scorso in Serie B. Chissà che in futuro non possa riuscire a imporsi anche nella massima categoria.

Rosa Milan 2014/15

Portieri: Michael Agazzi, Diego Lopez, Christian Abbiati (vice capitano).

Difensori: Mattia De Sciglio, Philippe Mexès, Adil Rami, Michelangelo Albertazzi, Cristian Zapata, Salvatore Bocchetti, Ignazio Abate, Daniele Bonera, Pablo Armero (fino a gennaio), Gabriel Paletta, Luca Antonelli, Alex, Gian Filippo Felicioli, Cristian Zaccardo, Davide Calabria.

Centrocampisti: Sulley Muntari, Riccardo Saponara (fino a gennaio), Suso, Keisuke Honda, Michael Essien, Andrea Poli, Riccardo Montolivo (capitano), Marco van Ginkel, Giacomo Bonaventura, Nigel de Jong, Alessandro Mastalli.

Attaccanti: Jérémy Ménez, Fernando Torres (fino a gennaio), Mattia Destro, Giampaolo Pazzini, M’Baye Niang (fino a gennaio), Alessio Cerci, Davide Di Molfetta, Stephan El Shaarawy, Hachim Mastour.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-08-2017

Mauro Abbate

Per favore attiva Java Script[ ? ]