Rosa Milan 2004-2005: la stagione della disfatta di Istanbul

Secondo posto in campionato e sconfitta nella finale di Champions, la stagione 2004-2005 è di quelle da dimenticare. Ecco i componenti della rosa Milan.

chiudi

Caricamento Player...

Rosa Milan 2004-2005 – Mai annata fu più maledetta. L’inizio è beneaugurante: i rossoneri, freschi campioni d’Italia, strapazzano la Lazio a San Siro grazie a uno scatenato Andriy Shevchenko (autore di una tripletta), conquistando la Supercoppa Italiana. È l’unico squillo di una stagione amara, caratterizzata dal secondo posto in campionato (alle spalle della Juventus) e, soprattutto, dalla clamorosa sconfitta nella finale di Istanbul contro il Liverpool.

Mercato Milan – Adriano Galliani piazza due grandi colpi in entrata. Dal Chelsea arriva il forte attaccante argentino Hernán Crespo (prelevato in prestito), dalla Lazio, invece, il colosso Jaap Stam. Tra gli acquisti c’è anche Vikash Dhorasoo, centrocampista francese svincolatosi dall’Olympique Lione.

Rosa Milan 2004-2005: tutti i protagonisti della stagione rossonera

Portieri Milan – Le gerarchie tra i pali sono ormai consolidate: Nelson Dida è l’indiscusso numero del Milan, Christian Abbiati l’affidabile portierone di scorta, il veterano Valerio Fiori il terzo da spedire nella mischia in caso di necessità.

Difensori Milan – Con l’acquisto di Jaap Stam, granitico difensore centrale, Paolo Maldini (autore del gol dell’1-0 a Istanbul) torna a ricoprire il suo vecchio ruolo di terzino sinistro. Con Marcos Cafu sulla corsia opposta e Alessandro Nesta in mezzo, il Milan mette su una difesa stellare. Nel corso della stagione trovano spazio anche Kakhaber Kaladze, Billy Costacurta, Dario Simic, Fabricio Coloccini, Giuseppe Pancaro e i due giovani prodotti del vivaio milanista, Lino Marzorati e Romano Perticone. Tra i difensori c’è anche l’olandese Harvey Esajas, grande amico di Clarence Seedorf: è lui a convincere Adriano Galliani a tesserare l’ex Feyenoord, che pochi anni prima aveva deciso di raitarsi salvo poi cambiare idea.

Centrocampisti Milan – I titolari sono loro: Andrea Pirlo (in regia), Gennaro Gattuso e Clarence Seedorf, con Ricardo Kakà a dar manforte agli attaccanti. Manuel Rui Costa è la prima alternativa al ventidue brasiliano, mentre Cristian Brocchi e Massimo Ambrosini sono i principali sostituti dei due mediani. A completare il reparto ci sono Vikash Dhorasoo e Serginho, quest’ultimo sempre inerito nel pacchetto dei centrocampisti, ma utilizzato principalmente come terzino sinistro.

Attaccanti Milan – Andriy Shevchenko è il bomber della squadra, tanto in Italia quanto in Europa: nella finale di Champions, però, il fuoriclasse ucraino, che due anni prima aveva regalato la coppa ai suoi, sbaglia il rigore finale. Con Filippo Inzaghi spesso fermo ai box per problemi fisici (Pippo salta anche il match di Istanbul), tocca a Jon Dahl Tomasson e, soprattutto, Hernán Crespo affiancare Sheva. L’argentino è uno dei protagonisti della sfida con il Liverpool: la sua doppietta nei primi quarantacinque minuti, però, non basta.