Colpo al seggio elettorale di Foggia: i ladri rubano la pistola a un finanziere, tre telefoni cellulari e un portafogli. Indagini in corso.

Un episodio gravissimo è avvenuto in un seggio elettorale a Foggia, dove un militare della Guardia di Finanza in servizio ha subito il furto della sua pistola d’ordinanza. I ladri, che si sono introdotti nell’istituto di notte, hanno rubato anche tre telefoni cellulari e un portafogli.

Foggia, rubata la pistola a un finanziere in un seggio elettorale

Secondo le prime ricostruzioni, che evidentemente andranno analizzate e confermate, il finanziere era in servizio presso di seggio elettorale Parisi-De Santis. Durante il turno di vigilanza notturna sarebbe stato narcotizzato. Al suo risveglio non ha trovato la pistola di ordinanza regolarmente custodita nella fondina.

Il militare, che era in servizio con due colleghi, ha immediatamente lanciato l’allarme segnalando il furto dell’arma, una Beretta di ordinanza.

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

Colpo al seggio: i ladri sarebbero entrati da una finestra. I malviventi hanno rubato un portafogli e tre cellulari

I ladri, sempre secondo le prime ricostruzioni, sarebbero entrati nell’istituto passando per una finestra. Oltre alla pistola hanno rubato tre telefoni cellulari e un portafogli.

Indagini in corso, caccia ai malviventi

In seguito alla segnalazione del furto, le autorità competenti hanno avviato le indagini per provare a risalire all’identità dei malviventi.

Si tratta di un colpo evidentemente anomalo e molto probabilmente pianificato. Resta da capire se i militari in servizio fossero effettivamente le vittime dei malviventi che hanno deciso di introdursi nel seggio elettorale.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione


Bambino di 11 anni contro una macchina, si teme nuova sfida social: saltare sulle auto in transito

Coronavirus, mezza Francia è zona rossa. Europa alle prese con la seconda ondata, Italia ‘assediata’