Sacchi ottimista: “Il Milan deve ripartire dal secondo tempo”

L’ex tecnico rossonero: “Nella ripresa nessuna delle due squadre ha perso, ma l’Inter ha dimostrato di avere le idee più chiare“.

chiudi

Caricamento Player...

La sconfitta nel derby acuisce una ferita già aperta nel cuore dei tifosi rossoneri, che con quella di ieri hanno dovuto accettare tre sconfitte consecutive in campionato (4 totali in 8 gare). Un filotto che pochi avrebbero previsto a inizio anno, quando il Milan del mercato estivo scoppiettante era data come possibile avversaria di Juventus e Napoli per lo scudetto. Invece, la realtà dei fatti ha mostrato una squadra ancora immatura, disorganizzata, forse anche sopravvalutata nei singoli. Non tutto però è da buttare, come sottolineato da Arrigo Sacchi ai microfoni di Premium Sport. L’ex tecnico rossonero ha infatti messo in evidenza un aspetto che ieri ha fatto la differenza ben più delle qualità dei singoli: “L’Inter ha dimostrato di avere le idee più chiare, il Milan si è presentato con una squadra troppo difensiva“.

Sacchi: “Montella riparta dal secondo tempo

L’ex tecnico rossonero pone dunque l’accento su un enigma tattico che ieri, ma forse anche nelle altre sconfitte stagionali, ha limitato le potenzialità del Milan. Montella sembra però in grado di trovare la chiave giusta per far svoltare la stagione: “Vincenzo deve ripartire dal secondo tempo, anche se i giocatori andavano più avanti con il cuore che con l’organizzazione. Nel secondo tempo nessuna delle due squadre ha perso“. Forse una lettura eccessivamente ottimistica quella di Sacchi. Tuttavia, in questo momento è di fiducia e compattezza che ha bisogno l’ambiente Milan. Con il coraggio di ieri sera, alla lunga, i risultati dovrebbero arrivare. Così non fosse, cambiare qualcosa diverrebbe non più una scelta.