Lecco, sacerdote condannato per aver insultato Salvini

Il vescovo di Milano incontra il prete anti-Salvini

Condannato sacerdote per aver insultato Salvini. Il tribunale di Lecco ha inflitto una sanzione pecuniaria di 7.500 euro a don Giorgio De Capitani.

LECCO – Sacerdote condannato per aver insultato Salvini. Il tribunale di Lecco ha deciso di sanzionare don Giorgio De Capitani con una multa di 7.500 euro per alcuni post che sono stati ritenuti diffamatori nei confronti del leader della Lega. Il processo è iniziato dopo la querela da parte dello stesso ex ministro dell’Interno. La condanna è stata inflitta dopo la testimonianza da parte di Luca Morisi, responsabili della comunicazione del numero uno di via Bellerio.

Sacerdote condannato per aver insultato Salvini

La vicenda risale al 2015 quando don Giorgio De Capitani attraverso un suo blog e alcuni post sui social aveva attacco duramente il leader della Lega. Post considerati diffamatori da parte del diretto interessato tanto che, assistito dall’avvocatessa Chiara Eccher, ha presentato una querela nei confronti del sacerdote.

In questo lungo processo sono stati ascoltati diversi test ma la decisione dei giudici è arrivata solo dopo aver ascoltato il responsabile della comunicazione di Matteo Salvini, Luca Morisi. La Procura aveva chiesto una condanna a una pena pecuniaria di 10mila euro mentre la difesa chiedeva l’assoluzione perché “il fatto non costituisce reato”. Alla fine i giudici hanno optato per una sanzione di 7.500 euro, oltre al risarcimento del danno per 7mila.

Tribunale di Milano
fonte foto https://www.facebook.com/francesco.nicastro

La prima vittoria di Salvini in Tribunale

Si tratta di una prima vittoria di Salvini in un tribunale italiano. Nell’ultimo periodo erano state diverse le decisioni dei giudici contro l’ex ministro dell’Interno. Questa causa, invece, è stata vinta con il sacerdote condannato ad una sanzione pecuniaria per aver diffamato il leader della Lega.

Si tratta di un precedente importante visto che in futuro anche altri processi simili potrebbero finire con la condanna da parte della persona accusata di aver diffamato Salvini.

L’incontro con l’arcivescovo di Milano

A distanza di qualche giorno dalla condanna il prete ha incontrato l’arcivescovo di Milano. “E’ stata una bella discussione – ha riferito don Giorgio Capitani all’Ansagli ho detto quello che dovevo dirgli e lui mi ha espresso la sua solidarietà“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/flavio.tedesco.79

ultimo aggiornamento: 21-11-2019

X