Le Sardine ritornano in piazza: "Palermo non si Lega"

Le Sardine ritornano in piazza: “Palermo non si Lega”

Sardine a Palermo. Seimila persone sono scese in piazza nel capoluogo siciliano per manifestare contro la Lega e Matteo Salvini.

PALERMO – Seimila sardine in piazza Verdi a Palermo. Migliaia di persone hanno risposto all’appello del movimento e si sono ritrovati nel capoluogo siciliano al grido “Palermo non si Lega“. Secondo quanto riferito dal sindaco Leoluca Orlando, anche lui sceso in strada, all’appello hanno preso parte non solo lavoratori e professionisti ma anche studenti e pensionati.

Le Sardine a Palermo: “Questa piazza rappresenta una maggioranza silenziosa”

Le Sardine a Palermo per manifestare contro la Lega. Non ci sono bandiere di partito in piazza ma solo un simbolo dell’Unione Europea sventolato da un ragazzo di sedicini anni che ai giornalisti presenti dice: “Sono nato nei primi del 2000 e sono preoccupato per l’unione e la democrazia del Vecchio Continente“.

Gli organizzatori hanno ribadito che non si tratta di una dimostrazione politica: “Questa piazza rappresenta una maggioranza silenziosa che si è svegliata e che afferma che i problemi dell’Italia non sono colpa del diverso. Vogliamo che finisca la politica che alimenta l’odio sui social e nelle tribune politiche, ma chiediamo a tutta la politica di svegliarsi e rispondere alle esigenze della gente“.

Sardine Palermo
fonte foto https://twitter.com/davidefaraone

Palermo non si Lega

‘Palermo non si Lega’. E’ questo uno degli slogan più diffusi in questa manifestazione che ha visto le sardine in piazza nel capoluogo siciliano. “Vogliamo dare un segnale forte ai ragazzi di Bologna – ha detto un altro organizzatore – e slegarci da una politica che si è svuotata di significato e contenuti e veicola solo messaggi di odio sui social e ogni giorno in tv“.

E nelle prossime settimane altre persone sono pronte a scendere in piazza per manifestare il proprio dissenso contro la Lega. Un movimento che sta prendendo sempre più piede in Italia e non solo.

fonte foto copertina https://twitter.com/davidefaraone

ultimo aggiornamento: 23-11-2019

X