La donna si sarebbe introdotta nel giardino di una villa: a quel punto i cani l’hanno sbranata e uccisa. Inutili i tentativi dei soccorritori.

Accertamenti in corso su quanto accaduto nella serata del 12 ottobre a Sassuolo, quando una donna di ottantanove anni è stata sbranata e uccisa da due cani dopo essersi introdotta nel giardino di una abitazione privata.

Sassuolo, donna sbranata e uccisa da due cani nel giardino di una villa

La ricostruzione è ancora al vaglio degli inquirenti. Stando alle prime informazioni, la donna di 89 anni vagava in evidente stato confusionale quando si è introdotta nel giardino di una villa, una abitazione privata. L’anziana signora è stata aggredita dai due cani di razza Amstaff che l’hanno evidentemente vista come un’estranea.

I soccorsi

Immediato l’intervento dei soccorritori che si sono introdotti nel giardino passando per un’entrata secondaria. Purtroppo per l’ottantanovenne non c’è stato nulla da fare. La donna è morta in pochi minuti a causa delle gravi ferite riportate.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Ambulanza
Ambulanza

Gli accertamenti per ricostruire la dinamica dei fatti

Sul posto sono intervenuti anche Polizia e Carabinieri. Ora gli inquirenti stanno lavorando per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. La prima domanda è perché la donna si è introdotta nella casa? Cercava aiuto o semplicemente vagava in stato confusionale? E perché il cancelletto della villa era aperto? A questa domanda ci sarebbe una risposta. Sembra che la proprietaria si fosse allontanata per una rapida commissione e avesse lasciato il cancello socchiuso. A casa si trovava la figlia della donna. I cani potrebbero aver aggredito l’anziana proprio per difendere la piccola.

Una risposta alle domande degli inquirenti potrebbe arrivare dall’analisi dei filmati delle telecamere di sorveglianza installate nella villetta.

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


La Regina Elisabetta con un bastone da passeggio: è la prima volta

Papa Giovanni Paolo I sarà beato