Sciopero generale dei trasporti: tutte le informazioni

Sciopero generale dei trasporti: differito quello di Alitalia

Sciopero generale dei trasporti, tutte le informazioni utili sullo stop dei treni, degli autobus (mercoledì 24). Differito quello di Alitalia.

ROMA – Tra mercoledì 24 e venerdì 26 luglio è previsto uno sciopero generale dei trasporti. Si fermeranno treni, autobus ma anche aerei per una settimana che si preannuncia ‘infernale’ per tutti i pendolari e i vacanzieri. Andiamo a vedere tutte le informazioni utili.

Sciopero generale dei trasporti: si fermano autobus e treni

Mercoledì 24 luglio 2019 si fermeranno autobus e treni. La protesta del trasporto ferroviario durerà circa 8 ore con treni a rischio dalle 9 alle 17. Sciopero anche per quanto riguarda il trasporto marittimo e taxi, con questi ultimi che saranno disponibili per un intero turno.

Si preannuncia una giornata ‘infernale’ per i cittadini delle grandi città visto che in contemporanea si fermeranno anche gli autobus e le metro. A Milano, Torino e Firenze la fascia con più disagi è dalle 18 alle 22. A Roma dalle 12:30 alle 16:30, a Bologna dalle 11 alle 15 e a Napoli dalle 9 alle 13. Possibili disagi anche in autostrada con il personale addetto agli impianti, alla sala radio e alla viabilità che incrocerà le braccia per quattro ore alla fine del turno. Il restante personale si fermerà per un intero turno.

Sciopero trasporti
fonte foto https://www.facebook.com/AsteriskEdizioni/

Sciopero generale dei trasporti, differito quello di Alitalia

Venerdì 26 luglio, invece, doveva toccare al trasporto aereo fermarsi. Dopo diversi incontri è arrivata la decisione di Alitalia di spostare lo sciopero al 6 settembre per evitare ulteriori disagi che in questo mercoledì hanno toccato diverse città italiane.

Secondo quanto riportato dall’ANSA, il MIT per martedì 23 aveva convocato una riunione urgente con i sindacati. L’obiettivo era quello di scongiurare i disagi che sono previsti per la protesta del personale di volo e di terra. Una due giorni nera per tutte le persone con il Codacons che si è detto pronto a denunciare i sindacati per violenza privata.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/AsteriskEdizioni/

ultimo aggiornamento: 24-07-2019

X