Chi sono Dom Phillips e Bruno Araaújo Pereira e perchè sono scomparsi nel cuore dell’Amazzonia? Il giallo intorno ai due studiosi.

A rispondere a questa domanda, ci pensa Survival International, ossia il movimento mondiale dedicato ai popoli indigeni. Nell’ambito di un approfondimento rilasciato a Fanpage.it, Survival si è soffermata sull’identità di Phillips e Pereira, i due uomini svaniti nel nulla, nel cuore della foresta Ammazzonica. La scomparsa è riferibile a quattro giorni fa e secondo il Survival, sarebbe legata al nuovo impatto che detiene, oggi, il Brasile di Bosonaro, una landa selvaggia, in equilibrio precario tra razzismo, invasioni e deforestazione.

Dom Phillips è un giornalista inglese, facente capo al gruppo del Guardian, mentre Pereira è un grande esperto, nonchè appassionato di Ammazzonia. I due sarebbero scomparsi domenica scorsa, nei pressi della zona del Javari, un’area immensa, molto più estesa dell’intera Australia e popolata da conglomerati etnici di natura indigena. Parliamo di popoli che nutrono contatti con il mondo moderno, pari quasi a zero.

foresta alberi verde
foresta alberi verde

I due studiosi stavano lavorando allo sviluppo di un testo dedicato all’ambiente, motivo per cui si trovavano nelle viscere più palpitanti e veraci del territorio brasiliano. Lo scopo del volume, sarebbe stato quello di narrare secoli di invasioni, con un occhio critico verso il tema della deforestazione clandestina, implementando il fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti. Il testo si sarebbe, inoltre, soffermato anche sulle attività di estrazione, di natura profondamente illegale, attività che minacciano la stessa sopravvivenza di queste comunità autoctone vergini.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Un libro rischioso

Un lavoro di documentazione non semplice quindi, che aveva già sortito pesanti minacce, ai danni dei due esperti. Pereira e Phillips, avrebbero dovuto far ritorno nella cittadina di Atalaia do Norte, già domenica scorsa, ma dei due non si ha più traccia alcuna.

A denunciare la scomparsa, i gruppi indigeni del luogo, coadiuvati dall’Osservatorio dei diritti umani degli indigeni, oltre che dall’Unione delle organizzazioni indigene del Javari.

Luiz Inácio Lula da Silva, ex presidente brasiliano, ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa: “Phillips mi ha intervistato per il Guardian nel 2017. Spero che vengano trovati rapidamente e che stiano bene e al sicuro”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 09-06-2022


Omicidi di Sarzana, perché Daniele Bedini non era in carcere?

Linda Moberg massacrata a sangue