Sardine e Lega, scontro per la piazza di Bibbiano: la decisione

Il questore, ‘la piazza di Bibbiano alla Lega’. Le Sardine fanno un passo indietro

Lega e Sardine si scontrano per la piazza di Bibbiano. Il Movimento aveva ‘rubato’ al leghista la piazza scelta per il gran finale della campagna elettorale.

Matteo Salvini aveva pianificato nei minimi dettagli la sua campagna elettorale in Emilia Romagna e aveva preparato il gran finale a Bibbiano… senza fare i conti con le Sardine. Il movimento che ha risvegliato l’anti-salvinismo ha infatti chiesto la stessa piazza per lo stesso giorno. Uno dei due evidentemente è di troppo e dovrà trovare un’alternativa. E per la Questura di Reggio Emilia sono gli attivisti. I candidati per le elezioni regionali avrebbero infatti la precedenza.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial/

Sardine e Lega, scontro per la piazza di Bibbiano

La battaglia di Bibbiano, come l’hanno già ribattezzata in Emilia Romagna, potrebbe essere uno scontro addirittura decisivo per le sorti delle elezioni regionali. Lega e Pd viaggiano sul filo dell’equilibrio, la differenza potrebbero farla gli ultimi indecisi.

Ed è inutile sottolineare che, dopo settimane di campagna elettorale, quello che resta impresso nella mente di tutti è il gran finale. I fuochi d’artificio alla fine della festa, la canzone che hai aspettato per tutta la durata del concerto, la ciliegina sulla torta. Ecco perché una vittoria o una sconfitta in una piazza simbolica come quella di Bibbiano potrebbe avere delle ripercussioni anche maggiori a quelle che si possono ipotizzare.

Sardine Pisa
fonte foto https://twitter.com/Iperbole_

Le Sardine prima di tutti

Senza clamori o particolare pubblicità, le Sardine avevano prenotato per il 23 gennaio piazza della Repubblica, situata proprio di fronte al Municipio di Bibbiano. Anche la Lega voleva quella piazza ed era convinta di poterla occupare con un mare di elettori. E invece quando gli organizzatori del Carroccio hanno chiesto la piazza si sono accorti del pasticciaccio di piazza della Repubblica. Chi tardi arriva male alloggia, direte voi. Neanche per idea. Per Bibbiano, simbolo delle elezioni regionali in Emilia Romagna, è iniziato un vero e proprio duello rusticano tra i contendenti.

Congresso Sardine Roma
Fonte foto: https://www.facebook.com/6000sardine/

Il ricorso della Lega

Gli avvocati della Lega hanno presentato un ricorso firmato da Gianluca Vinci, secondo cui i comizi elettorali devono essere prenotati da cinque a due giorni prima dell’evento.

Il tutto senza considerare che le Sardine non sono neanche una forza politica o un partito tradizionale, quindi bisognerebbe fare delle valutazioni sulla legittimità della richiesta che, secondo i leghisti, dovrebbe passare in secondo piano in tempo di campagna elettorale.

Il questore chiede alle Sardine di fare un passo indietro e lasciare la piazza di Bibbiano alla Lega

Il questore di Reggio Emilia ha chiesto alle Sardine di fare un passo indietro e di concedere la piazza di Bibbiano ai candidati delle elezioni regionali, quindi alla Lega di Matteo Salvini.

“Ieri sera abbiamo incontrato la Questura, che ci ha chiesto di fare un passo indietro. Noi rispettiamo la legge e le istituzioni, ma se saremo costretti a farlo risponderemo con una piazza. Con le persone”, fanno sapere le Sardine in un post sulla propria pagina ufficiale.

“C’è un documento che attesta che noi abbiamo fatto la richiesta per la piazza, richiesta che è stata protocollata. Ora c’è questo accordo che dà la precedenza, in campagna elettorale, ai partiti e la Questura vorrebbe che facessimo un passo indietro per dare la piazza alla Lega quando noi, rispettando la legge, abbiamo presentato una richiesta con largo anticipo.

Le Sardine avranno un’altra piazza

Alla fine è quindi la Lega di Matteo Salvini a spuntarla nella lotta alla piazza centrale di Bibbiano. Il partito batte il movimento nella campagna elettorale e il Carroccio vola sulle ali dell’entusiasmo certo di poter assestare proprio da quella piazza la stoccata vincente che possa portare alla vittoria nelle elezioni regionali in Emilia Romagna.

ultimo aggiornamento: 19-01-2020

X