Nella maggioranza si sta facendo sentire l’unione forzata tra alcuni partiti. Arriva lo scontro anche tra Letta e Salvini.

Sulle riforme la tensione è altissima. Il governo italiano è indietro con le riforme per il Pnrr e deve accelerare per fare i miracoli entro fine giugno. Ma nonostante il pressing di Draghi ai partiti, la maggioranza sembra rallentare continuando a litigare sui temi focali e si accusano a vicenda. Letta attacca Salvini che contrattacca.

Il premier Draghi e Bruxelles cercando con richiami e pressioni di dare una mossa ai partiti affinché trovano un accordo per approvare le riforme. Ma il pesante botta e risposta tra Letta e Salvini dimostra che i partiti si dirigono in direzione opposta da quella richiesta e questa maggioranza rischia di durare meno del previsto.

I nodi cruciali sono su fisco e concorrenza e su concessioni balneari e catasto. Ma l’accordo non arriva e i fondi del Pnrr rischiano di finire in mare. Arriva così l’accusa del segretario del Pd Enrico Letta. “L’opposizione che Salvini e la Lega stanno facendo, per quanto mi riguarda, e lo dico con molta chiarezza e franchezza, ha superato il limite. Salvini che mette a rischio le risorse del Pnrr è incompatibile con il lavoro efficace e positivo dell’azione di governo” dichiara il dem.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il botta e risposta tra Salvini e Letta

A questa accusa risponde pronto il leader della Lega. “Il governo rischia per i capricci del Pd sullo ius soli e il ddl Zan, e del M5s che non vuole i valorizzatori e dovrebbe venire in Lombardia a scuola di pulizia, ambiente e valorizzazione dei rifiuti” ribatte Salvini. Un testa a testa di accuse e controaccuse tra i due partiti su chi mette più a rischio il governo.

“Quelli del Pnrr sono soldi europei che arrivano all’Italia. L’Italia ha preso l’impegno di fare alcune riforme. Se queste riforme non si fanno, non arrivano quei soldi europei. Salvini si sta prendendo la responsabilità di mettere a rischio i fondi comunitari, che sono fondamentali per il nostro Paese e per il Sud” chiarisce Letta. Poi lo sfogo su questa maggioranza che non tiene a causa del leghista. “Così non si può andare avanti. Salvini si sta prendendo la responsabilità, con questa sua azione distruttiva, di mettere in crisi e in difficoltà il governo e l’Italia. Ormai il leader della Lega si comporta come rappresentante dell’opposizione. Anzi, è molto più opposizione lui rispetto ad altri che lo sono davvero“.

“Vivono su Marte o in Italia?”

Ma il segretario del Carroccio non ci sta e replica duramente. “Il governo rischia se ci sono persone strane che vogliono tener ferma l’Italia, noi la portiamo avanti. L’importante è che nessuno cerchi di reintrodurre dalla finestra le tasse sulla casa che abbiamo fatto uscire dalla porta“. Salvini accusa Letta di rallentare l’operato del governo “con l’aggravante della guerra ad oltranza”. Poi insiste sui “capricci” del centrosinistra. “Abbiamo difeso la casa e i risparmi degli italiani, lavoriamo per la pace in Ucraina e per la pace fiscale in Italia. Intanto Letta e il Pd passano il tempo proponendo ius soli, ddl Zan e cambio della legge elettorale. Vivono su Marte o vivono in Italia?”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-05-2022


La Gelmini rischia addio a Forza Italia

Sfida sulla cannabis tra Camera e Senato