Nuovo scontro tra Matteo Salvini e Roberto Saviano

Saviano attacca, “Salvini non è una persona perbene”. Il ministro: “Lui è amico dei clandestini”

Roberto Saviano attacca Matteo Salvini: “Non è una persone per bene, continuerò a dirlo fino a quando avrò fiato”. Il vicepremier: “Amico dei clandestini e ricco intellettuale”.

Nuovo scontro tra Matteo Salvini e Roberto Saviano, con i due già alle prese con un caso finito in Tribunale. Il vicepremier aveva infatti deciso di querelare lo scrittore per averlo definito Ministro della Mala Vita.

Roberto Saviano
Fonte foto: https://www.facebook.com/RobertoSavianoFanpage

Matteo Salvini contro Saviano: Ricco intellettuale amico dei clandestini

Il primo colpo del nuovo round lo ha assestato lo ha assestato Saviano, ospite d’eccezione del Web Marketing Festival. Nel corso del suo intervento l’autore di Gomorra ha attaccato il MInistro dell’Interno definendolo complice dei trafficanti che dice di combattere.

Per l’angolo del buonumore, il ricco ‘intellettuale’ amico dei clandestini che vorrebbe porte aperte per tutti sostiene che sono ‘complice dei trafficanti di esseri umani’…“, ha scritto Matteo Salvini sulla propria pagina Facebook.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Roberto Saviano, “Matteo Salvini non è una persona perbene, ha un atteggiamento banditesco”

In occasione della presentazione del suo libro In Mare non esistono Taxi, avvenuta a bordo della nave Open Arms ormeggiata al porto di Napoli, lo scrittore ha attaccato nuovamente Salvini dandogli del bandito.

“Fin quando avrò fiato, continuerò a dire che questo ministro non è una persona perbene. Una persona perbene non utilizzerebbe questo linguaggio. Solo chi ha un atteggiamento banditesco può permettersi di usare queste parole verso questa tragedia immane che merita invece un infinito tatto. Come si può parlare di pacchia di fronte a bambini che muoiono annegati nel mare? Baciare il crocifisso o dichiararsi padre di tutto il paese e ignorare quello che accade?”

“Una vittoria momentanea, fesserie che servono a distrarre l’opinione pubblica. Salvini sta cercando una forzatura autoritaria senza alcun dubbio. Di fronte alle continue provocazioni che lui usa, bisognerebbe rispondere con il silenzio, lo so. Ma nell’epoca della comunicazione condividere è fondamentale. Sono qui a testimoniare che resistiamo contro le sue bugie”.

ultimo aggiornamento: 22-06-2019

X