Anche se tecnicamente non esiste uno strumento per farlo, grazie ad alcuni trucchi possiamo capire se qualcuno ci ha bloccato su WhatsApp, e bloccare le persone a nostra volta.

Se una persona ignora sistematicamente i nostri messaggi, esiste il concreto rischio che ci abbia bloccato su WhatsApp. Per scoprirlo dobbiamo seguire alcune tecniche particolari che ci permettono di intuire quello che sta succedendo.

Sarebbe molto bello, infatti, avere all’interno dell’applicazione un sistema per scoprirlo in modo univoco ma, per motivi non del tutto chiari, ma probabilmente legati al marketing, non esiste uno strumento per intuirlo all’interno della piattaforma.

Quello che però sappiamo è che esistono alcuni indicatori in grado di suggerirci se stiamo bloccati o meno sulla piattaforma.

Come capire se qualcuno ci ha bloccato su WhatsApp

Partiamo subito con il dire una cosa: non c’è un metodo sicuro per stabilire se siamo stati bloccati o meno all’interno di WhatsApp. L’applicazione non da alcun tipo di notifica agli utenti quando questi vengono bloccati e ciò rende la scoperta una cosa prettamente deduttiva.

Per saperlo, insomma, è necessario mettere insieme tutti gli indizi che ci vengono dati dall’applicazione.

Se qualcuno ci ha bloccato non potremo vedere informazioni come il suo ultimo login o l’ultimo momento in cui è stato online; non potremo vedere ne le foto profilo né eventuali aggiornamenti della stessa foto. A venirci impedita è anche la consultazione degli stati o l’invio di messaggi che si bloccheranno con un singolo segno di spunta senza poter mai raggiungere i due. Questi significa che i messaggi verranno inviati dal nostro smartphone ma non potranno mai essere consegnati, né (ovviamente) visualizzati.

Anche le chiamate fatte su WhatsApp nei confronti di questo contatto falliranno sistematicamente in caso di blocco tra utenti.

Nota bene: questi indicatori non garantiscono l’avvenuto blocco poiché possono derivare da condizioni che con il blocco non c’entrano nulla. Se qualcuno è offline, ad esempio, non può fisicamente ricevere nessun nostro messaggio ne può ricevere chiamate. Inoltre stati e informazioni sull’utilizzo ed il login possono essere nascosti dalle impostazioni di privacy dell’applicazione senza troppi sforzi.

Come bloccare un contatto su WhatsApp

Se vogliamo bloccare qualcuno su WhatsApp è bene sapere che l’applicazione, come abbiamo anche visto sopra, non farà niente per avvertire dell’avvenuto blocco.
Esistono diversi modi per bloccare un contatto su WhatsApp, sia su iOS che su Android.

Il primo tra i tanti è quello di aprire WhatsApp e andare su Impostazioni.
Qui facciamo tap, in ordine, sulle voci account, privacy e bloccati.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Facendo clic su quest’ultima voce troveremo davanti la lista dei contatti che abbiamo già bloccato con un pulsante per aggiungerne di nuovi a partire dalla nostra rubrica nell’angolo in alto a destra. Facciamoci clic sopra e selezioniamo il contatto.

In alternativa possiamo bloccare le persone su WhatsApp direttamente dalla conversazione.


Apriamo la conversazione e facciamo clic sull’icona con i tre puntini messi in verticale. Qui ora facciamo clic su altro e poi su blocca per completare la procedura.

contato bloccato su whatsapp

Su iOS la procedura è praticamente identica se non fosse che è necessario aprire la pagina profilo del contatto che intendiamo bloccare.


Come scrivere con la voce nei dispositivi Android

Come visualizzare il numero di cicli batteria su un portatile Windows