L’allarme dei Presidi in vista della ripresa della scuola: “La consegna dei banchi monoposto è in grave ritardo”.

In vista della riapertura della scuola scatta il nuovo allarme dei Presidi, secondo cui al momento non ci sarebbero tutte le condizioni necessarie per procedere con la riapertura in sicurezza degli istituti il prossimo 14 settembre, data indicata dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina e quindi dal governo.

Lucia Azzolina
Lucia Azzolina

Scuola, l’allarme dei presidi: “La consegna dei banchi monoposto è in grave ritardo”

“Tutto il personale scolastico è impegnato per la riapertura delle scuole, prevista per il 14 settembre. È evidente, però, che per riaprire in sicurezza è necessario che alcuni problemi vengano risolti. A quanto sappiamo, la consegna dei banchi monoposto è in grave ritardo. Altre due criticità importanti sono quelle delle aule, perché gli enti locali non le hanno reperite ovunque, e l’assegnazione piena dell’organico”, ha dichiarato il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli.

Scuola
Scuola

“Difficile pensare che il termine del 14 settembre sia rispettato ovunque”

“Se queste difficoltà non troveranno immediata soluzione è oggettivamente difficile pensare che il termine del 14 settembre sia rispettato ovunque: è opportuno dunque valutare la possibilità di ragionevoli differenziazioni locali”, ha aggiunto Giannelli.

Le rassicurazioni della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina

Ancora in occasione della sua informativa alla Camera, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha confermato la riapertura delle scuole per il 14 settembre. La ministra inoltre ha voluto elogiare il lavoro svolto dal governo in questi mesi. La ministra ha inoltre voluto evidenziare lo spirito di collaborazione tra tutte le parti coinvolte nel processo che porterà alla ripresa dell’anno scolastico in presenza.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
coronavirus Lucia Azzolina politica scuola

ultimo aggiornamento: 09-09-2020


Mattarella nomina Emanuela Navarretta Giudice della Corte Costituzionale

Donald Trump nominato per il Premio Nobel per la Pace