Sea Watch, l'affondo di De Magistris: Un olocausto del terzo millennio

Sea Watch, l’affondo di De Magistris: Un olocausto del terzo millennio

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, attacca il Governo sulla Sea Watch: “Salvare le vite in mare è un dovere ma in Italia le cose funzionano al rovescio”.

NAPOLI – E’ salpata da Napoli la prima edizione del corteo Per un mare di pace. Presente anche il sindaco Luigi De Magistris che a pochi minuti dall’inizio della manifestazione si è fermato a parlare con i giornalisti ritornando sul caso Sea Watch: “La mia dedica a va a Carola Rackete e a tutte le persone che sono perseguitati per ragioni di giustizia. Provo un imbarazzo per uno Stato che ha perso il senso dell’equità e della misura“.

Il primo cittadino della città campana sferra un duro attacco al Governo: “Mi sento di schierarmi con la capitana che ha fatto quello che ogni persona umana avrebbe fatto. Credo che arrestare Carola significa fermare l’umanità. Provo vergogna di essere rappresentato da questo esecutivo“.

Luigi De Magistris
fonte foto https://www.facebook.com/demagistrisluigi/

Sea Watch, l’affondo di De Magistris: “Napoli non è complice dell’olocausto del terzo millenio”

De Magistris usa ancora parole più dure parlando del comportamento di Matteo Salvini: “Si tratta di un olocausto del terzo millennio e Napoli non vuole essere complice. Con questa manifestazione vogliamo testimoniare che il mare è l’unico luogo dove si salvano le persone, dove nasce la vita“.

La mia città – conclude – non perde la sua caratteristica cioè quella di essere un luogo di incontro di popoli, religioni, culture e razze. Altri vorrebbero fondare l’Europa sul rancore, sull’odio, sulle guerre e sulla caccia al nemico“.

Sea Watch, De Magistris su Twitter: “E’ un reato fare morire le persone in mare”

Poco prima di queste dichiarazioni De Magistris aveva espresso il suo pensiero in un tweet: “Nell’Italia devastata da corruzioni e mafie, dove le deviazioni istituzionali sono sistema, arrestano Carola, comandante della Sea Watch per il reato di umanità. E’ un dovere salvare vite umane in mare, è un reato farle morire. In Italia è il rovescio“.

Di seguito il tweet di Luigi De Magistris

fonte foto copertina https://www.facebook.com/demagistrisluigi/

ultimo aggiornamento: 30-06-2019

X