Gennaro Gattuso in conferenza stampa in vista di Chievo-Milan

Chievo-Milan, la conferenza stampa di Gattuso

In vista della gara di campionato contro i clivensi, mister Gennaro Gattuso ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in conferenza stampa.

Serie A, Chievo-Milan in campo sabato 9 marzo alle ore 20.30 (diretta su DAZN). Un match all’apparenza semplice, ma che nasconde invece parecchie insidie. Lo sa bene Gennaro Gattuso, che stamane ha parlato in conferenza stampa da Milanello. Ecco le sue parole.

Sul Chievo: “Sarà una partita molto difficile. Dobbiamo vincerla e siamo consapevoli di dover vincere. Il Chievo gioca un calcio che ti mette in difficoltà, domani dovremo stare attenti. Servirà un grande Milan, non possiamo assolutamente sbagliare”.

Sul gruppo: “Ci sta che chi non gioca abbia il muso, ma bisogna avere il rispetto dei compagni che scendono in campo e dare sempre il massimo. Sono felice delle parole di ieri di Conti. Sappiamo cos’ha passato, ma sappiamo bene anche il suo valore. Le scelte non le faccio per simpatia o antipatia”.

Sui possibili cambi: “Se cambieremo qualcosa è perché se giochi tante partite in cui devi rincorrere spendi molto. Se qualcuno deve recuperare è perché ne ha bisogno. Ho tanti giocatori a disposizione, tutti possono giocare dal primo minuto”.

Gennaro Gattuso Milan-Empoli
Fonte foto: https://www.facebook.com/ACMilan/photos/

Serie A, Chievo-Milan: Gattuso in conferenza stampa

Sulla fase offensiva: “Piatek – ha osservato Gennaro Gattuso – attacca sempre la profondità e per non farlo correre a vuoto lo cerchiamo spesso. Ok valorizzarlo, ma non sempre. Se lui attacca la profondità, vuole dire che allunga gli avversari e quindi c’è più spazio per giocare palla a terra”.

Su Suso: “Non credo che stia facendo fatica a livello fisico. Io ne ho visti pochi di giocatori che fanno 50 partite all’anno al massimo. A livello fisico sta bene, ha saltato qualche allenamento, ma per noi è importantissimo. A livello tecnico è quello che che ci può far fare il salto di qualità”.

Sul suo futuro: “Se perdo una partita anch’io sono in bilico. Non penso al mio futuro, la cosa più importante è il futuro del Milan. L’anno prossimo potrei trovarmi ovunque, devo pensare solo al presente”.

Sulla corsa Champions: “Dobbiamo pensare solo a noi stessi, non dobbiamo disperdere energie. Dobbiamo restare uniti, la parola deve essere noi e non io. Non dobbiamo pensare agli altri. Sono d’accordo quando dite che, ora che siamo là, sarà difficile restare, ma pensiamo solo a una partita alla volta”.

Hakan Çalhanoglu
Hakan Çalhanoglu (fonte foto https://www.facebook.com/ACMilan/)

Milan, Gennaro Gattuso: “Calha? Vediamo domani”

Sui confronti con le piccole: “Domani ci sono in palio tre punti – ha affermato Gennaro Gattuso – così come ce ne saranno in palio tre con l’Inter. Dobbiamo giocare al massimo. Negli ultimi anni abbiamo spesso faticato con le piccole, quindi domani massima concentrazione e massimo rispetto”.

Su Calhanoglu: “Siamo contenti per lui. E’ stato due giorni con la moglie e la figlia, vedremo domani se giocherà”.

Ancora sul Milan: “Tutta la squadra è cresciuta a livello tecnico e caratteriale. Tanti ragazzi sono cresciuti, vengono anche altre squadre a vederli. Dobbiamo essere orgogliosi di questo. Dobbiamo continuare a lavorare perché abbiamo ancora ampi margini di miglioramento”.

Su Zapata: “So che la società gli ha proposto un anno di rinnovo e aspetta la risposta del giocatore. Oggi ha un blocco di lavoro, domani ne fa un altro. Se andrà tutto bene, tornerà in gruppo”.

Su Biglia titolare contro il Chievo: “Vediamo. E’ fermo da un po’, ha giocato qualche spezzone. Domani valutiamo”.

Ecco la conferenza stampa integrale di Gennaro Gattuso:

Coach Gattuso's press conference on the eve of #ChievoMilanLa conferenza stampa del Mister alla vigilia della trasferta di Verona

Pubblicato da AC Milan su Venerdì 8 marzo 2019

ultimo aggiornamento: 08-03-2019

X