Serie A 2019-2020, risultati sabato 1 agosto: il resoconto

L’Inter vince ed è seconda. Colpo Roma in casa della Juventus. Tris del Milan, il Napoli vince e si regala Osimhen

Serie A, i risultati di sabato 1 agosto 2020: l’Inter conquista il secondo posto battendo l’Atalanta.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 1 agosto 2020. Nella prima sfida di giornata Sampdoria e Brescia non vanno oltre l’1-1. Nelle partite della sera vittoria importante dell’Inter in casa dell’Atalanta che conquista il secondo posto. Colpo esterno della Roma in casa della Juventus. Tris di Milan e Napoli.

Serie A, i risultati di sabato 1 agosto 2020

Di seguito i risultati delle sfide di Serie A di sabato 1 agosto 2020, valide per la trentottesima giornata di campionato. (CLASSIFICA E HIGHLIGHTS)

Brescia-Sampdoria 1-1
Atalanta-Inter 0-2
Juventus-Roma 1-3
Milan-Cagliari 3-0
Napoli-Lazio 3-1

Serie A, Atalanta-Inter 0-2: nerazzurri secondi

Atalanta-Inter 0-2

Marcatori: 1′ D’Ambrosio, 20′ Young

Atalanta (3-4-2-1): Gollini (5′ Sportiello); Toloi, Caldara, Djimsiti; Castagne (60′ Hateboer), de Roon, Freuler (61′ Malinovskyi), Gosens; Gomez A. (90’+1 Da Riva), Pasalic (61′ Pasalic); Zapata D. All. Gasperini

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Bastoni (77′ Skriniar); D’Ambrosio (77′ Biraghi), Barella (90′ Eriksen), Brozovic, Gagliardini, Young (90′ Young); Lautaro Martinez (71′ Sanchez A.), Lukaku R. All. Conte

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste

Note: Ammoniti: Djimsiti, Toloi (A); de Vrij, Brozovic, Handanovic (I). Angoli: 7-1 per l’Atalanta. Recupero: 5′ p.t.; 4′ s.t.

Pronti, via e l’Inter trova subito il vantaggio. Sugli sviluppi di un corner, D’Ambrosio mette la sfera in rete su un’uscita sbagliata di Gollini. L’Atalanta fatica e i nerazzurri ne approfittano per realizzare il 2-0. Questa volta è Young a trovare la rete dopo un’azione manovrata da parte degli uomini di Conte.

Nella ripresa è l’Inter ad avere in più di un’occasione la palla per il 3-0, ma questa volta la mira è imprecisa. Vittoria importante per i nerazzurri che conquistano il secondo posto in classifica.

Serie A, Juventus-Roma 1-3: Kalinic e Perotti ribaltano Higuain

Juventus-Roma 1-3

Marcatori: 6′ Higuain (J), 23′ Kalinic (R), 44′ rig. Perotti (R), 52′ Perotti (R)

Juventus (4-3-3): Szczesny (72′ Pinsoglio); Danilo, Bonucci (51′ Demiral), Rugani, Frabotta; Rabiot (51′ Ramsey), Muratore, Matuidi; Bernardeschi (73′ Olivieri), Higuain (79′ Vrioni), Zanimacchia. All. Sarri

Roma (3-4-2-1): Fuzato; Fazio, Ibanez (56′ Juan Jesus), Smalling; Zappacosta, Villar, Cristante (56′ Santon), Calafiori (60′ Bruno Peres); Zaniolo (56′ Cengiz Under), Perotti (73′ Kluivert); Kalinic. All. Fonseca

Arbitro: Sig. Gianluca Rocchi di Firenze

Note: Ammoniti: Rugani, Higuain (J); Smalling, Perotti, Cristante, Fazio (R). Angoli: 6-5. Recupero: 3′ p.t.; 5′ st.

Parte bene la Juventus. Sugli sviluppi di un corner, Rabiot prolunga per Higuain che appoggia la sfera in rete.

Higuain
Higuain

La Roma reagisce e sempre sugli sviluppi di un corner trova il pareggio con il colpo di testa di Kalinic. La Juve reagisce con Frabotta, ma i bianconeri vanno sotto nel finale di primo tempo. Danilo ferma fallosamente Calafiori. Dal dischetto si presenta Perotti, Szczesny intuisce ma la palla finisce in rete.

Nella ripresa la Roma trova il tris. Azione personale di Zaniolo che trova Perotti che batte Szczezny grazie alla deviazione di Demiral. La seconda parte della frazione è di marca bianconera. Ma oltre il palo colpito da Ramsey Fuzato non rischia nulla. La Roma chiude il campionato con una vittoria. Per la Juve una sconfitta che potrebbe pesare in chiave Europa.

Serie A, Milan-Cagliari 3-0: i rossoneri chiudono con una vittoria

Milan-Cagliari 3-0

Marcatori: 10′ aut. Klavan, 55′ Ibrahimovic, 57′ Castillejo

Milan (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer (79′ Duarte), Gabbia, Hernandez T.; Kessié, Bennacer (66′ Brescianini); Castillejo (65′ Maldini T.), Calhanoglu (66′ Saelemaekers), Rafael Leao (38′ Bonaventura); Ibrahimovic. All. Pioli

Cagliari (3-5-1-1): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan (63′ Carboni A.); Mattiello (63′ Landinetti), Nandez, Faragò, Ionita (79′ Marigosu), Lykogiannis; Pereiro (62′ Paloschi); Simeone (90′ Simeone). All. Zenga

Arbitro: Sig. Marco Serra di Torino

Note: al 44′ Cragno (C) para un rigore a Ibrahimovic (M). Ammoniti: Saelemaekers (M); Pereiro G., Faragò (C). Angoli: 7-6 per il Milan. Recupero: 3′ p.t.; 2′ s.t.

Il Milan trova subito il vantaggio. Azione sulla sinistra di Leao, la palla prima finisce sul palo, poi sulla gamba di Klavan e in rete. Dominio rossonero che colpiscono la traversa con Leao e nel finale sbagliano un calcio di rigore con Ibrahimovic.

Nella ripresa Ibrahimovic trova il raddoppio con una sassata dai 20 metri che non lascia scampo a Cragno.

Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic

Non c’è il Cagliari e il Milan firma il tris. Bonaventura serve Castillejo che realizza il 3-0. Non succede più nulla nel finale se non una bella parata di Donnarumma su Landinetti. I rossoneri chiudono il campionato con una vittoria.

Serie A, Napoli-Lazio 3-1: i partenopei chiudono con una vittoria

Napoli-Lazio 3-1

Marcatori: 9′ Fabian Ruiz (N), 22′ Immobile (L), 54′ rig. Insigne L. (N)

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (78′ Ghoulam); Fabian Ruiz, Lobotka (79′ Demme), Zielinski (85′ Elmas); Callejon (78′ Lozano), Mertens, Insigne L. (84′ Politano) All. Gattuso

Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric (63′ Bastos), Luiz Felipe, Acerbi (63′ Vavro); Lazzari M. (83′ Lukaku J.), Milinkovic-Savic S., Parolo (83′ Anderson A.), Luis Alberto, Marusic; Immobile, Correa (87′ Adekanye). All. Inzaghi S.

Arbitro: Sig. Gianpaolo Calvarese di Teramo

Note: Ammonito: Koulibaly, Mario Rui, Elmas (N); Luis Alberto, Immobile (L). Angoli: 7-6 per il Napoli. Recupero: 3′ p.t.; 2′ s.t.

Subito in vantaggio il Napoli. Conclusione dalla distanza di Fabian Ruiz ch batte Strakosha. I padroni di casa hanno la chance per il raddoppio con Insigne, ma è la Lazio a pareggiare. Cross basso di Marusic, zampata vincente di Immobile.

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Nella ripresa il Napoli si riporta in avanti con un rigore di Insigne, assegnato per un fallo di Parolo su Mertens.

LORENZO INSIGNE
LORENZO INSIGNE

La reazione della Lazio arriva con una doppia chance con Correa. Prima il palo e poi Ospina negano la gioia del gol al giocatore. In pieno recupero arriva il tris di Politano che rifinisce un’azione stupenda dei suoi compagni. Il Napoli vince e si regala Osimhen mentre la Lazio chiude il campionato al quarto posto.

Serie A, Brescia-Sampdoria 1-1: Torregrossa risponde a Léris

Brescia-Sampdoria 1-1

Marcatori: 40′ Léris (S); 49′ rig. Torregrossa (B)

Brescia (4-4-2): Andrenacci; Sabelli, Gastaldello (58′ Semprini), Mangraviti, Mateju; Zmrhal, Dessena, Tonali, Spalek (58′ Ndoj); Torregrossa; Ayé (69′ Donnarumma Alf.; 79′ Viviani M.). All. Diego Lopez

Sampdoria (4-4-2): Falcone; Depaoli, Tonelli (19′ Colley), Yoshida, Augello; Léris (68′ Linetty), Vieira (73′ Thorsby), Bertolacci (73′ Askildsen), Maroni (68′ Jankto); Quagliarella, Gabbiadini. All. Ranieri

Arbitro: Sig. Michael Fabbri di Ravenna

Note: al 27′ Quagliarella (S) sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Gastaldello (B); Vieira, Falcone (S). Espulso: all’89’ Askildsen per doppia ammonizione. Angoli: 5-4 per il Brescia. Recupero: 2′ p.t.; 5′ s.t.

Partita sin da subito molto divertente al Rigamonti. Parte bene la Sampdoria che al 27′ sbaglia un calcio di rigore con Quagliarella. Nel finale di tempo prova il Brescia a rendersi pericoloso, ma il palo nega la gioia del gol a Zmrhal. Il match si sblocca al 41′. Destro a giro di Léris e Andrenacci battuto dalla deviazione di Gastaldello.

Ad inizio ripresa il Brescia trova subito il pareggio. Intervento scomposto di Falcone su Ayé. Dal dischetto si presenta Torregrossa che spiazza il portiere avversario. Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano anche se le occasioni non mancano. Prima Andrenacci dice di no a Colley e poi il palo nega la gioia del gol a Zmrhal. L’ultima chance è per la Sampdoria, Thorsby manda la palla a lato. Le due squadre chiudono la stagione con un pareggio: doriani salvi, lombardi retrocessi in B ormai da diverse giornate.

ultimo aggiornamento: 02-08-2020

X