Serie A, i risultati delle partite del 18 dicembre: vincono Juventus e Udinese. Colpo Roma a Bergamo.

ROMA – Serie A, i risultati di sabato 18 dicembre 2021. Dopo i successi di Lazio e Inter, la Juventus vince in casa del Bologna. Colpo Roma a Bergamo, l’Udinese vince in casa del Cagliari..

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cagliari-Udinese 0-4: poker bianconero

Cagliari-Udinese 0-4

Marcatori: 4′ Makengo, 43′ Deulofeu, 50′ Molina N., 69′ Deulofeu

Cagliari (3-5-2): Cragno; Ceppitelli (70′ Zappa G.), Godin, Carboni (46′ Caceres); Bellanova, Nandez (46′ Keita B.), Marin, Grassi, Dalbert (46′ Lykogiannis); Pavoletti (70′ Deiola), Joao Pedro. All. Mazzarri

Udinese (3-5-2): Silvestri; Rodrigo Becao, Nuytinck, Samir; Molina N. (80′ Soppy), Arslan (74′ Jajalo), Walace, Makengo, Udogie (80′ Zeegelaar); Beto (86′ Samardzic), Deulofeu (75′ Pussetto). All. Cioffi

Arbitro: Sig. Fabio Maresca di Napoli

Note: Ammoniti: Dalbert, Bellanova (C); Deulofeu, De Maio (U). Espulso: al 66′ Marin (C) per doppia ammonizione. Angoli: 4-2 per il Cagliari. Recupero: 2′ p.t.; 0′ s.t.

Pronti via e l’Udinese trova il vantaggio. Errore in uscita di Godin. Ne approfitta Udogie che serve subito Makengo per l’1-0. Prova a reagire il Cagliari con Pavoletti, Silvestri si salva in qualche modo. La squadra di Mazzarri non c’è e gli ospiti raddoppiano con una punizione perfetta di Deulofeu. Al duplice fischio il Cagliari esce tra i fischi dei propri tifosi.

Nella ripresa l’Udinese trova subito il tris. Molina raccoglie una respinta e con il destro la mette dove Cragno non può arrivare. Si complica ancora di più la partita per i sardi con il doppio giallo a Marin. Con un uomo in più l’Udinese trova il poker. Destro vincente di Deulofeu dal limite dell’area di rigore. L’ultima chance è sempre dell’Udinese, Soppy colpisce solo l’esterno della rete. Al triplice fischio esulta l’Udinese.

Bologna-Juventus 0-2: a segno Morata e Cuadrado

Bologna-Juventus 0-2

Marcatori: 6′ Morata, 69′ Cuadrado

Bologna (3-4-2-1): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; De Silvestri (46′ Skov Olsen), Dominguez N., Svanberg (80′ Vignato), Hickey (86′ Viola N.); Soriano (86′ Santander), Barrow (80′ Sansone N.); Arnautovic. All. Mihajlovic

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Cuadrado, Pellegrini Lu. (62′ Alex Sandro); Rabiot, Arthur (62′ Locatelli M.), McKennie (71′ Bentancur); Kean (71′ Kulusevski), Morata (85′ Kaio Jorge), Bernardeschi. All. Allegri

Arbitro: Sig. Daniele Orsato di Schio

Note: Ammoniti: Dominguez N. (B); McKennie (J). Angoli: 8-4 per il Bologna. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Parte forte la Juventus che sblocca il risultato dopo appena sei minuti di gioco con Alvaro Morata che scambia con Bernardeschi e batte il portiere con un diagonale al veleno. Al ventesimo Bologna ad un passo dal pareggio con Svanberg che tenta l’acrobazia da distanza ravvicinata con il pallone che esce di poco.

Alvaro Morata
Alvaro Morata

Nella ripresa è il Bologna ad avere la prima chance, attento Szczesny sulla conclusione di Dominguez. Al 69′ arriva il raddoppio della Juventus con la conclusione vincente di Cuadrado. Nel finale di gara ancora bianconeri pericolosi, ma il punteggio non cambia. Successo importante in chiave quarto posto per gli uomini di Allegri.

Atalanta-Roma 1-4, stop per la Dea: vittoria di prestigio per i giallorossi

Atalanta-Roma 1-4

Marcatori: 1′ Abraham (R), 27′ Zaniolo (R), 45’+1 aut. Cristante (A), 72′ Smalling (R)

Atalanta (3-4-2-1): Musso; Toloi, Palomino, Djimsiti (34′ Muriel); Hateboer (80′ Zappacosta), de Roon, Freuler, Pezzella Giu. (79′ Maehle); Ilicic (46′ Malinovskyi), Pasalic (64′ Miranchuk); Zapata D. All. Gasperini

Roma (3-5-2): Rui Patricio; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout (90’+2 Kumbullaa), Cristante, Mkhitaryan (89′ Calafiori), Vina; Zaniolo (70′ Shomurodov), Abraham (90’+1 Bove). All. Mourinho

Arbitro: Sig. Massimiliano Irrati di Pistoia

Note: Ammoniti: de Roon (A); Zaniolo, Ibanez, Mancini (R). Angoli: 10-0 per l’Atalanta. Recupero: 3′ pt; 3′ st

Pronti, partenza, via e la Roma passa in avanti con Abraham che parte per vie centrali e batte Musso in uscita. Al 20′ prima occasione per l’Atalanta con una conclusione di Djimsiti deviata in angolo da Rui Patricio. L’Atalanta prova a spingere, la Roma punge in contropiede e al 27′ arriva il raddoppio dei giallorossi con Zaniolo che, imbeccato da Veretout, batte Musso da distanza ravvicinata. Buona reazione della Dea che riapre la partita in pieno recupero. Conclusione dal limite dell’area di Muriel e deviazione fortuita di Cristante. Il pallone sembrava destinato fuori lo specchio della porta, la deviazione del centrocampista giallorosso corregge la traiettoria e beffa Rui Patricio riportando i bergamaschi in partita prima dell’intervallo.

Nicolo Zaniolo
Nicolo Zaniolo

L’Atalanta parte bene ma non è la squadra brillante che abbiamo imparato a conoscere. La Roma gioca con intelligenza e rischia pochissimo. Dopo un paio di sortite offensive dei bergamaschi, al 72′ la Roma chiude i conti con Smalling che mette a segno il terzo gol. Punizione di Veretout, deviazione velenosa da distanza ravvicinata del difensore giallorosso e risultato in ghiaccio. All’ottantaduesimo minuto la Roma chiude definitivamente la gara con la quarta rete che porta la firma di Abraham.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 18-12-2021


Napoli, paura per Adam Ounas: giocatore rapinato

Serie A, il Napoli vince in casa del Milan, Inter campione d’Inverno