Serie A, i risultati delle partite del 5 febbraio: Roma-Genoa, Inter-Milan e Fiorentina-Lazio.

La ventiquattresima giornata di campionato si apre con la sfida tra Roma e Genoa. Il calendario regala poi la grande sfida tra Inter e Milan, che potrebbe dare una svolta alla classifica. Chiude il quadro degli anticipi la sfida tra Fiorentina e Lazio. Di seguito i risultati delle partite di Serie A del 5 febbraio.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Serie A, i risultati delle partite del 5 febbraio

ROMA-GENOA 0-0
INTER-MILAN 1-2
FIORENTINA-LAZIO 0-3

Fiorentina-Lazio

FIORENTINA-LAZIO 0-3

Marcatori: 52′ Savic, 70′ Immobile, 81′ Biraghi (AU)

Prima occasione della partita per la Fiorentina con Callejon che trova Sottil in area, sponda per Cabral che in precario equilibrio colpisce male. Intorno al 20′ clamorosa palla gol per Bonaventura che da buona posizione calcia a botta sicura con il piattone ma manda incredibilmente a lato graziando i biancocelesti. La Lazio risponde con il solito Ciro Immobile che ci prova dalla distanza, pallone di poco alto sopra la traversa. La Lazio cresce nel corso dei minuti e sul finale di tempo sfiora il gol prima con Immobile e poi con Pedro.

La prima occasione della ripresa è per la Fiorentina ma a sbloccare il risultato è la Lazio: Zaccagni imbuca per Milinkovic-Savic che a tu per tu con il portiere non sbaglia. Al settantesimo minuto la Lazio chiude virtualmente la partita con il solito Ciro Immobile. Al minuto 81 la Lazio trova il terzo gol in contropiede. Zaccagni trova Immobile che salta Terracciano e conclude a rete. L’ultimo tocco, però, è del giocatore della Fiorentina.

Ciro Immobile
Ciro Immobile

Inter-Milan, Giroud eroe del derby: due gol in tre minuti, i rossoneri volano

INTER-MILAN 1-2

Marcatori: 38′ Perisic, 75′ e 78′ Giroud

Parte forte la squadra di Simone Inzaghi che trova il gol del vantaggio dopo appena nove minuti con Dumfries che su cross di Perisic anticipa tutti e di testa batte Maignan. Il fischio dell’arbitro ferma tutto. Fuorigioco di Perisic, nulla di fatto. Passano pochi secondi e l’Inter ci riprova, questa volta con Brozovic. Botta dal limite, deviazione di un giocatore del Milan e grande risposta di Maignan che in due tempi blocca il pallone.

Alla mezz’ora ancora Inter in avanti con Lautaro che apparecchia per Barella, conclusione secca del centrocampista e pallone fuori di poco. Passano due minuti e Dumfries si presenta a tu per tu con Maignan che si supera e gli chiude lo specchio della porta.

Al 35′ prima occasione per il Milan con Tonali che ci prova dalla distanza e impegna Handanovic. Sul proseguimento dell’azione ci prova Leao da distanza ravvicinata. Conclusione deviata in calcio d’angolo.

Al 38′ minuto l’Inter passa meritatamente in vantaggio con Ivan Perisic. Cross di Calhanoglu, intervento a vuoto di Kalulu e piattone ravvicinato di Perisic che mette in rete.

Nella ripresa il Milan fatica a rendersi pericoloso ma ha il grande merito di non mollare mai. E i frutti dello sforzo li raccoglie Giroud al minuto 75′. Il francese recupera palla a centrocampo e avvia il contropiede del Milan. Tonali serve Diaz che cerca gloria personale. La sua conclusione viene deviata e diventa un assist perfetto per Giroud che deposita in rete. Gli dei del calcio si divertono in questo derby ricco di sorprese e al 78′ Giroud trova il gol del vantaggio rossonero completando la rimonta. Calabria verticalizza bene per l’ex Chelsea che difende il pallone, apre il mancino e batte Handanovic rivoluzionando la partita e la classifica.

Stadio San Siro
Stadio San Siro

Roma-Genoa, i giallorossi frenano: il pareggio complica la corsa Champions

ROMA-GENOA 0-0

Marcatori: –

La prima occasione della partita è a tinte rosso-blu: al dodicesimo minuto Ekuban stacca di testa e costringe Rui Patricio agli straordinari.

La formazione giallorossa cresce nel corso dei minuti ma non riesce a rendersi realmente pericolosa.

Alla mezz’ora ancora Genoa pericoloso sugli sviluppi di un calcio di punizione dal limite: batti e ribatti davanti alla porta di Rui Patricio, deviazione ravvicinata e fortunosa di Yeboah e pallone di poco a lato. Nei minuti finali è la Roma a rendersi pericolosa con Sergio Oliveira che si presenta a tu per tu con il portiere ma spara incredibilmente sul fondo.

Nella ripresa la Roma prova a cambiare ritmo e sfiora il vantaggio in almeno due occasioni. Al 59′ El Shaarawy trova Zaniolo in area di rigore, conclusione a botta sicura dall’altezza del dischetto del calcio di rigore e occasione clamorosamente sprecata. Al 65′ ci prova Abraham con una conclusione insidiosa deviata da Ostigard.

Al 63′ il Genoa resta in dieci uomini per l’espulsione di Ostigard che stende Felix lanciato verso la porta. Fallo tattico da ultimo uomo e cartellino rosso. Dopo il cartellino rosso inizia la girandola delle sostituzioni, i rosso-blu si difendono, la Roma prova a portare a casa il risultato ma non sfonda. Al secondo minuto di recupero la Roma passa in vantaggio con un gol di Zaniolo. Interviene il Var che evidenzia un fallo di Abraham. Gol annullato e cartellino giallo per l’attaccante. Giallo anche per Zaniolo che nei festeggiamenti si era tolto la maglia.

Lo zero a zero complica il cammino della squadra di Mourinho verso la zona Champions. Nota di cronaca, al quinto minuto di recupero Zaniolo rimedia un cartellino rosso per qualche parola di troppo nei confronti di Abisso.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Inter milan

ultimo aggiornamento: 05-02-2022


Inter-Milan 1-2, il Derby è rossonero: Oliver Giroud ribalta il risultato

Milan-Inter, Sacchi: “La differenza tra nerazzurri e rossoneri era enorme”