Diverse questioni da rivedere per la città di Milano: Beppe Sala parla al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Il sindaco della città di Milano, Giuseppe Sala, lo ha chiarito arrivando al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica: “La polizia locale ha bisogno di più webcam, tablet evoluti e telecamere”. Ma in primis un rafforzamento dell’organico, con un successivo miglioramento interno che possa agevolare al meglio i servizi erogati ai cittadini.

Polizia
Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Un miglioramento per Milano

Al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il sindaco di Milano Giuseppe Sala dichiara che tra le prime cose che chiederà al ministro Piantedosi, ci sarà il rafforzamento dell’organico. “Il comune di Milano assumerà 500 nuovi vigili: al momento la promessa del precedente ministro è di fare arrivare 250 agenti ma vorrei lo stesso ammontare messo a disposizione dal comune di Milano”, ha affermato.

Oltre al raddoppiamento degli agenti proposti in principio, Beppe Sala chiede inoltre un “aggiornamento” per la Polizia locale. In termini semplici, la tecnologia sarebbe un grande supporto, un’agevolazione che va sfruttata in maniera sana. “C’è bisogno di più webcam, tablet evoluti e telecamere. Credo che deve essere uno sforzo cooperativo”.

Infine, il sindaco di Milano parla perquanto riguarda gli immobili occupati abusivamente. Con l’aiuto del prefetto di Milano Renato Saccone molti edifici sono stati liberati, ma molte volte accade che al loro interno si trovino “minori e situazioni fragili”. In questi casi, sarebbe quindi necessario “trovare spazi dove collocarli. È un percorso che va continuato. Credo che una riflessione sugli spazi disponibili vada fatta. C’è la massima collaborazione perché conosco il ministro Piantedosi da esperienze precedenti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 05-11-2022


Roma, Conte chiede un cessate il fuoco in Ucraina

Energia, Meloni: “Concentrare risorse a disposizione”